Campania C'Entro (quotidiano d'informazione online
venerdý 4 NOVEMBRE 2011

Canili-mattatoi: da Ischia alla Germania, la tratta delle cavie

Furgoni strapieni di gabbie partivano dall'isola e arrivavano nel Nord-Europa dove i cani venivano sezionati o usati come animali da pelliccia. L'inchiesta dell'Espresso


ROMA - Furgoni che partivano dal porto con all'interno decine di gabbie. Nelle gabbie cani provenienti dal canile di Panza, sull'isola campana di Ischia. Dal Tirreno gli animali viaggiavano fino in Germania dove venivano rinchiusi all' interno di un secondo canile dove venivano sottoposti a sperimentazioni. Un terribile sistema di finte adozioni che nascondeva uno spaventoso traffico illegale di animali. A dicembre il via al processo contro i gestori della struttura campana. Sono stati ritrovati anche "una serie di bonifici internazioni, dell'ordine di 10mila euro, ricevuti con cadenza regolare dalla fondazione che aveva in gestione il canile e che avevano fatto pensare che le somme potessero provenire dai reali destinatari degli animali". In un'inchiesta dell'Espresso, il viaggio nel mondo della compravendita illegale di animali randagi. Un giro di affari che "il ministero valuta sui 100 milioni di euro l'anno, ma che la Lav stima al doppio".


 


p.s. il contenuto di questa sezione Ŕ molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa Ŕ molto estesa.
Diffondete pi¨ che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchŔ ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicitÓ, sarÓ la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento