PRESIDENTE DELLA CONFEDERAZIONE GRECA DELLE ASSOCIAZIONI PER LA PROTEZIONE ANIMALE DELLA GRECIA

 

DICHIARAZIONE SCRITTA

 

Per lungo tempo , sia stranieri, sia "amanti degli animali" greci che hanno a che fare con il traffico di animali domestici, violando le leggi greche e quelle della Comunità Europea, mi hanno ripetutamente insultata e diffamata tra i media e in internet, cercando di convincere persone che naturalmente non mi conoscono, dicendo che sono quella che ostacola la felicità che loro offrono ai randagi spedendoli in destinazioni ignote.

 

Affermano che io sono a favore dell'uccisione degli animali vaganti, che sono una nazionalsita, xenofoba di estrema destra e che mi occupo di animali randagi per denaro.

 

Il 06/02/2007 mi sono rivolta alla giustizia, il tribunale greco ha condannato il Signor Stephan Grothus, membro esecutivo, e la sua collaboratrice Signora Costoula Dornbach Stoupi, presidente dell'associazione Arche Noah Kreta, ad un anno di prigione. ERANO ASSENTI, perché non hanno avuto il coraggio di presentarsi in tribunale a difendere le loro bugie per convincere i loro lettori ed i loro sponsor.

 

Finché i "difensori di animali" stranieri e greci agiscono contro le leggi del mio paese, mi troveranno sempre contro.

Io non sono pagata da nessuno, io vado avanti a testa alta, ho lavorato onestamente in tutta la mia vita ed ora ho la mia pensione e credo in Dio e nella giustizia.

 

La legge greca 3170/2003 per il benessere degli animali d'affezione e il randagismo, è la legge più morale esistente in Europa perché non parla di soppressione, ma prescrive la sterilizzazione e la rimessa in libertà sul territorio dove i randagi hanno vissuto.

A chi non condivide la legge greca consiglio di provvedere ai randagi del proprio Paese 

In Grecia abbiamo un detto:"se il tuo giardino ha bisogno d'acqua perché è arido, non annaffiare i giardini altrui".

 

E lasciamo stare il benessere animale per fatti suoi.

 

Ioanna Garagouni

7/2/2007

 

  

ORIGINALE

 

 

THE PRESIDENT OF THE CONFEDERATION OF THE GREEK ANIMAL WELFARE SOCIETIES

 

WRITTEN DECLARATION

 

For a long time, foreigners and greek “animal lovers” dealing with the trafficking of pet animals, in violation of the Greek and EU Comunity Legislation, repeatedly insult and slander me in the media and the internet space, trying to convince people who, of course, do not know me, that I am the one who prevents the happiness they offer to the stray animals by dispatching them to a termination unknown.

 

They propagate that I pursue the killing of the animals in the streets, that I am a nationalist, a xenophobe, an extreme –rightist and that I am trying to exploit stray animals for financial benefit.

 

I have appealed in justice and on 6/2/2007, the Greek Court convicted Mr. Stephan Grothus, executive member, and his collaborator Mrs. Costoula Dornbrach-Stoupi, president of the organization Arche Noah Kreta, with one year imprisonment, IN ABSENCE, because they did not dare to present in the court and support the lies they use to convince their readers and sponsors.

 

I declare that, as long as foreign and greek “animal advocates” despise and violate the laws of my country, they will be finding me against them. I am not being paid by anyone, I hold up my head, I have worked honestly all my life and now receive my pension, and I believe in God and Justice.

 

The Greek Law 3170/2003 for the welfare of companion and stray animals, is the most moral law inEurope because it provides for the animals sterilization and reposition, instead of putting to death. And whoever does not like the greek legislation, stays home and saves his own stray animals.

In Greece we have a word: “when your garden is thirsty, you do not water foreign gardens”.

 

And lets leave the animal welfare alone.

 

Ioanna Garagouni

7/2/2007

 

pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento