CORRIERE DELL'UMBRIA
17 GIUGNO 2009
 
Canile, parte una raccolta firme
Iniziativa dell'Enpa e dei consiglieri del Pd rivolta al sindaco perché intervenga il Comune. Viene richiesta un'ordinanza 'protettiva' contro traffici sospetti.
Partenza 'sospetta' di 40 cani Massima attenzione sulle sorti gestionali del canile comprensoriale di Ponterosso
 
Assisi (PG) - Una raccolta firme promossa dall'Ente nazionale protezione animali e dai consiglieri del Pd Claudio Passeri e Claudia Travicelli rivolta ai cittadini di Assisi, Bastia, Bettona, Cannara e Valfabbrica per chiedere al sindaco di Assisi, quale capofila del consorzio fruitore dei servizi del canile comprensoriale di Ponterosso, un'ordinanza di regolamentazione degli affidi che si ispiri alle circolari dei ministri della salute Veronesi (2001) e Garavaglia (1993). La raccolta firme prende spunto dalla prospettata partenza di 40 cani, un terzo di quelli attualmente presenti nella struttura, da parte di soggetti di nazionalità tedesca, per i quali la Asl avrebbe dato parere favorevole inoltrandolo al Comune di Assisi il quale ha chiesto parere ai sindaci degli altri Comuni ed ad al servizio sanità animale della Regione. Al sindaco è arrivata - da Bastia e Valfabbrica - la richiesta di un incontro urgente per discutere sia della ventilata gestione da parte della Pro Animale, sia per l'affido dei 40 cani, mentre - prima delle elezioni - il sindaco di Cannara ha deliberato negativamente sia per l'affido dei 40 cani, sia per la ventilata gestione della Pro Animale. Nella raccolta firme, in particolare, si chiede a Ricci di emanare un�ordinanza che tra i punti irrinunciabili contenga - tra le altre cose - che l'affido sia effettuato solo al diretto interessato e che sia limitato solo alle persone fisiche residenti nel territorio regionale, salvo eccezioni da valutare. Più in generale, l'ordinanza dovrebbe ispirarsi alle circolari emanate dal Ministero della Salute, tuttora in vigore e vincolanti per le Asl, nelle quali si identifica il benessere dei cani randagi anche 'nelle attività dirette al loro affidamento e al relativo controllo' (Veronesi) e si stabiliscono criteri atti ad evitare affidi che possano immettere animali in un circuito di traffici, ad affidare gli animali soltanto all'interessato che si presenti personalmente e ad instaurare il massimo controllo sulle garanzie di buon trattamento da lui fornite (Garavaglia)
 
 
VERSIONE INGLESE
 
CORRIERE DELL'UMBRIA   (local Newspaper)
June,the 17th 2009
 
 
Kennel, a gathering of signatures starts
Initiative by Enpa* and by , counselors of Pd  [Democratic Party] directed to the Mayor in order to make the Municipality intervene. A protective order is requested again suspicious trades
"Suspicious" departure of forty dogs . Highest attention on the administrative  fates of the district kennel of Ponterosso
 
 
Assisi (PG) - A gathering of signatures has been promoted by ENPA [national Unit for the Protection of Animals]* and by the counselors of the PD [Democratic Party]
Claudio Passeri e Claudia Travicelli  directed to the citizens of Assisi, Bastia, Bettona, Cannara and Valfabbrica in order to ask to the Mayor of Assisi ,in the quality of leader of the consortium which is beneficiary of the services from the district kennel of Ponterosso, an order system of regulations for the foster cares which has to be inspired by the circulars of the Ministers for the Public Health ,Veronesi (2001) and Garavaglia (1993).The gathering of signatures takes clue because of the projected departure of 40 dogs, 1/3 of those ones who are currently in the structure,a departure made for some  people of German nationality ,to whom ASL [local Sanitary estabilishment] gave its positive opinion which has been forwarded to the Municipality of  Assisi and the Municipality asked to the Mayors of other municipalities and to the Regional Service for Animal Health ,their opinions .The Mayor has received a demand for a new urgent meeting -from Bastia e Valfabbrica - a meeting to discuss both on the "widely spoken" administration in the hands of Pro Animale, and for the foster of the 40 dogs, whereas- before the election days - the Mayor of  Cannara has deliberated negatively both on the foster of the 40 dogs , and on the" widely spoken "administration by Pro Animale. In the gathering of signatures, above all, they ask  Ricci make a decree which contemplates,among its irremovable points, - among all the others- that the foster has to be made only to the person who's personally interested into it and that it has to be limited to the physical persons inhabitant in the regional territory ,except for exception to be evaluated.More in general,the decree should be inspired by the circulars  made by the Minister for the Public Health ,which are yet in act and obligatory for the ASLs ,circular in which the welfare of the stray dogs is identified also within the activities that drive their foster and the pertinent check/control(Veronesi) and these circulars establish principles born just to avoid fosters that could put the animals in a circuit of trades,born to foster animals only to the person who's interested into and that comes personally [to the structure] and to establish the highest control on the guaranties  of good treatment  that this person provides. (Garavaglia)
 

 

COMMENTI IN MAILING LIST - GIUGNO 2009 -
 

 

da Giorgia da Civitanova Marche (MC):
 
 
Non posso far altro che congratularmi con la strada intrapresa dall'ENPA, l'unica, sino ad oggi, che testimonia nero su bianco la volontà di salvaguardare e tutelare i nostri randagi. L'auspicio è che la scelta dell'ENPA possa essere imitata da altre associazioni animaliste le quali, proprio in virtù delle finalità preposte da ogni Statuto proprio, si decidano a seguire la medesima strada affinchè i nostri canili-rifugi siano gestiti da  gente natia e che soprattutto gli animali abbiano la possibilità di essere seguiti nel tempo negli affidi, unica certezza del buon fine delle adozioni o del recupero di quelli che non riescano a soddisfare le esigenze personali degli adottanti. Troppe notizie incresciose ci sono giunte attraverso i quotidiani esteri che descrivono lo stato allucinante di taluni rifugi stranieri: concediamo quindi anche la possibilità di essere adottati  agli animali di quei paesi che continueranno purtroppo a vivere rinchiusi in box o addirittura eliminati se presenti in numero eccedente se gli stranieri continueranno ad avere rifornimento dalle strutture italiane.
Giorgia, Civitanova M.
 
pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento