IL CANILE LAGER DI CREMONA
CRONACA DEL 24 MARZO 2009
 
LA PROVINCIA DI CREMONA
24 MARZO 2009
 
Indagine. I difensori ieri al Tribunale del Riesame attaccano la procura: 'E' incorsa in un vizio di procedura '
«Canile, il sequestro va annullato»

di Francesca Morandi

Gli atti dell'inchiesta choc sul canile comunale sarebbero inutilizzabili, perché scaduti i sei mesi di indagine, la procura, che compie accertamenti da almeno nove mesi, avrebbe dovuto chiedere la proroga, ma non lo ha fatto, incorrendo, così, in un vizio di procedura. L'attacco alla procura lo hanno sferrato ieri gli avvocati Marco Soldi ed Ennio Buffoli all'udienza fissata per le nove davanti al Tribunale del Riesame, al quale hanno fatto ricorso e chiesto di dichiarare non solo la inutilizzabilità delle perquisizioni nel canile e nelle abitazioni degli indagati, ma anche la nullità del decreto di convalida del sequestro preventivo del Rifugio del cane. Per i difensori di Maurizio Guerrini e Chetti Nin, indagati, in concorso, di uccisione «sistematica» dei cani e di esercizio abusivo della professione veterinaria, se è vero che la procura ha iscritto la notizia di reato il 2 marzo, cioè un giorno prima del sequestro preventivo del canile, le verifiche dei carabinieri del Nas sono cominciate ben oltre sei mesi fa. Ma nella nuova puntata giudiziaria sul canile, vi è un altro motivo sollevato davanti al Tribunale del Riesame. I legali lamentano che la procura non abbia loro trasmesso gli atti dell'indagine in forma completa. Sarebbero mancati, ad esempio, gli allegati che avrebbero consentito alla difesa di ricostruire la vicenda. I giudici del Riesame si sono riservati la decisione. Intanto lunedì prossimo la Lega nazionale per la difesa del cane di Cremona sarà presente al consiglio comunale, dove il «caso canile» sarà all'ordine del giorno. E invita i cittadini a partecipare. C'è un volantino, che la Lega nazionale sta distribuendo da ieri nei negozi, ma non solo, in cui sono spiegate le ragioni della protesta contro il Comune al quale si chiede di sospendere la convenzione decennale con l'Associazione Zoofili Cremonesi, i cui ex vertici Guerrini e Nin sono indagati. Ed è indagata per omissione di controllo Michela Butturini, veterinaria dell'Asl. «Riteniamo Comune e Asl responsabili entrambi del benessere degli animali — è scritto nel volantino — e della tutela dei loro diritti in base alla legge 281/91 e alla Regionale del 2006», La Lega nazionale chiede «che sia nominato un garante super partes e finalmente sia ridata dignità a tutti i nostri cani. Se questa amministrazione non ha interessi da dividere con l'Associazione zoofili cremonesi, lo dimostri».
 

PAGINA INIZIALE DI QUESTA SEZIONE

bairos@tin.it

SEGUE CRONACA E NOTIZIE