IL CANILE LAGER DI CREMONA
CRONACA DEL 29 MARZO 2009
 
LA PROVINCIA DI CREMONA
29 MARZO 2009
 
Il caso. «Dovrà assicurare il rispetto della convenzione». Il Pd critica i Verdi e apre a Forza Italia
Il canile avrà un garante
L'annuncio di Corada. Si parla di Ennio Olzi

di Gilberto Bazoli
 
Svolta nel caso del canile. Il Comune ha deciso di nominare un garante della struttura di via Casello, la cui gestione resterà nelle mani dell'Associazione zoofili cremonesi. L'annuncio è stato dato ieri dal sindaco Gian Carlo Corada. «Sin dall'inizio, da quando è emersa la vicenda del canile, si era parlato della possibilità di ricorrere al garante -ha detto Corada -. Una figura che è già stata istituita in comuni, come a Milano, dove ci sono polemiche o problemi». L'arrivo del garante «mette in fuga le preoccupazioni che possono esserci, da una parte e dall'altra - ha continuato Corada -. Dev'essere una persona al di sopra delle parti, stimata, che assicuri il rispetto di ciò che è previsto dalla convenzione». Quella del garante era stata una delle proposte avanzate, quand'era scoppiato il caso, dalla Lega nazionale per la difesa del cane, la stessa che ha presentato l'esposto all'origine dell'inchiesta. L'associazione animalista si era anche fatta avanti per subentrare nella gestione del canile, «ma non era e non è possibile andare in questa direzione - ha detto ancora il sindaco -. La convenzione in essere va avanti». Tornando al garante, Corada ha anticipato: «Se possibile, ufficializzeremo il nome lunedì (nel corso del Consiglio comunale, ndr) o nei prossimi giorni. Crediamo che possa essere un passaggio condiviso da tutte le forze politiche». Si parla di Emilio Olzi, presidente dell'Ordine medici veterinari della Provincia di Cremona, che ha preferito non commentare le voci. Come detto, domani il Consiglio comunale tornerà a discutere del canile. Due settimane dopo la burrascosa seduta con la presenza degli animalisti critici con l'Associazione zoofili e l'Amministrazione. All'ordine del giorno figura la mozione (sostenuta anche da Giacomo Zaffanella, della Lega, e Carlalberto Ghidotti, di Forza Italia) con cui il verde Matteo Lodi chiede di sospendere il rapporto con l'Associazione zoofili (i cui ex presidente ed ex vicepresidente, Maurizio Guerrini e Chetty Nin sono indagati, insieme con Michela Butturini, veterinaria dell'Asl) e imputa al Comune di non essere intervenuto tempestivamente. Il Pd presenterà una contro-mozione del giorno e apre al centrodestra. «Sul piano politico, con il nostro documento – ha anticipato, a margine del corso per giovani amministratori, il capogruppo dei Democratici, Andrea Virgilio - verremmo incontro alla proposta di Malvezzi (Carlo, capogruppo di Forza Italia, ndr) e anche del sindaco di nominare un garante. Da parte nostra, c'è tutta la disponibilità a costruire un ordine del giorno condiviso». Passando «al piano dello stile, mi auguro che la seduta del Consiglio comunale possa essere meno movimentata e più pertinente al mandato del Consiglio stesso. Per questa ragione voteremo contro la mozione di Lodi».
 

PAGINA INIZIALE DI QUESTA SEZIONE

bairos@tin.it

SEGUE CRONACA E NOTIZIE