Pulcini gettati vivi nei tritacarne: i Vegan e gli animalisti lo denunciano da anni, inascoltati

di Santino Irrera

E’ ora di attualità la terribile vicenda posta alla luce da animalisti USA – con servizio apposito ed opportuno stavolta  sulle reti Rai – su un fenomeno che i siti Vegan e gli animalisti denunciano da anni, inascoltati, nell’indifferenza più generale: pulcini maschi di galline ovaiole che vengono scartati ogni giorno da allevatori perché giudicati inutili e gettati sistematicamente nella spazzatura, per poi finire VIVI in giganteschi tritacarne.

Quale lo scopo di tutto ciò?

Ancora una volta la ‘necessità sistemica’ che tutto quadri nell’ottica del risparmio e della produzione, perché di quei pulcini si fanno poi farine da destinare probabilmente all’alimentazione animale: troppo costoso lenire quei dolori atroci di esserini indifesi che vengono macinati vivi, tra strepiti e cinguettii disperati.

Pensate, pensate davvero a cosa possa voler dire per un essere senziente in termini di dolore, finire la propria vita in quel modo straziante: parliamo di milioni di esserini. MILIONI, DIO!

Un giorno Madre Natura si vendicherà finalmente di tutto lo scempio al quale la sottoponiamo ogni istante?

E’ possibile, ed ogni fine ipotizzabile sarà sempre impari rispetto a tutta la sofferenza che Le abbiamo inferto e continuiamo a perpetrarLe giorno dopo giorno.

VERGOGNATI UOMO!
 

           pagina iniziale

        bairos@tin.it

             pagina principale di questa sezione