FUFI

aprile 2001- 14 agosto 2010

Mio  adorato Fufi,il dolore che provo per la tua perdita è immenso ed incommensurabile ma il tuo ricordo dentro di me è altrettanto grande e vivo e tale resterà per sempre.
Sei entrato nella mia vita  come un dono immenso e, già quando ti scelsi al canile, sapevo che saresti diventato il "mio" Fufi; eri così tenero, quel giorno, con il tuo musino e lo sguardo triste di chi, così piccolo, conosceva già bene le sofferenze, io ti presi con me e, da quel giorno, sei rinato ma chi, veramente, si è solo arricchito avendoti accanto sono io; sei sempre stato con me durante questi anni, donandomi calore e conforto nei momenti tristi, affetto e allegria sempre, molto più di tanti esseri che si dicono umani. La malattia ti ha provocato tanta sofferenza negli ultimi giorni della tua vita da renderti irriconoscibile ma io ti ricorderò sempre come il mio cagnone forte ed energico, quello dalle corse sfrenate, quello che, al mattino, quando mi svegliavo e sentiva il rumore della tapparella che si alzava, correva come un matto sotto la mia finestra, quello che con me aveva imparato a distinguere la zampa destra dalla sinistra, quello dall'appetito vorace, quello che russava quando dormiva, quello che saltava un metro da terra per afferrare il suo gioco preferito. 

Addio cucciolo mio e grazie.

Tina

 

pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione