IL MATTINO
28 APRILE 2011
 
Staffette, adozioni a distanza, cani randagi in condizioni pietose inviati anche fuori Regione
 
Titti Esposito
 
Castellammare (NA). Staffette, adozioni a distanza, cani randagi in condizioni pietose inviati anche fuori Regione. È di nuovo allarme truffe per i cani e i gatti del comprensorio stabiese e dei monti Lattari. La denuncia è dell’associazione animalista che da oltre vent’anni si occupa degli animali abbandonati: l’Adda. L’ente, l’unico riconosciuto a livello regionale che ogni giorno cerca affannosamente di salvare o di affidare cuccioli a famiglie del territorio, ancora una volta punta il dito contro i traffici illeciti, che a suo dire impazzerebbero nella provincia sia con pseudo amici dei randagi sia con progetti on line mascherati da iniziative benefiche. «Da mesi andiamo avanti con segnalazioni di situazioni paradossali o ai limiti della liceità - spiega Rosaria Boccaccini, presidente dell’associazione - che stanno di fatto non solo decimando la popolazione canina della città, ma arricchendo persone senza scrupoli che inventano storie, coinvolgendo anche incauti amanti degli animali in una rete di contatti e viaggi senza speranza per gli animali finiti nelle loro mani. Perciò abbiamo deciso - ha concluso la responsabile Adda - di lanciare un nuovo Sos, affinché non solo le istituzioni ci diano una mano, insieme con le forze dell’ordine, ma per mettere in guardia famiglie, ragazzi, bambini dall’affidamento dei propri cuccioli a persone sconosciute, denunciando subito raggiri o contatti sospetti». Il rischio, a detta degli animalisti, è di incappare nelle maglie di falsi amici degli animali, che di certo non si occupano delle prevenzione per parassiti o pulci o di trovare davvero una casa agli animali affidatigli. «A parte questo i randagi stabiesi - ha concluso la presidente dell’associazione - oggi hanno bisogno soprattutto di fondi, volontari e medicinali. Perché il randagismo non si combatte e parole ma con i fatti, con gesti quotidiani». Per informazioni e donazioni si può cliccare su antigen@libero.it oppure telefonare allo 0818704085 o lasciare offerte sul conto corrente postale 20279808 o postepay: 4023600594688238 intestato alla signora Boccaccini o ancora Paypal: antigen@libero.it.
 
pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione