INFO FERMO
20 APRILE 2010
 
Paura vivisezione, bloccata l'adozione di un cane verso la Germania. Il canile protesta: ci vogliono ostacolare
 
 
 
MONTEGRANARO (FM) – Brutto episodio ieri mattina al Villaggio del cane di Montegranaro. I volontari del canile di Villa Luciani avevano trovato nei giorni scorsi una sistemazione per Mery, un pastore tedesco al quale un incidente ha tolto la funzionalità delle zampe posteriori. Una famiglia tedesca, che accoglie in un centro molti cani invalidi o comunque con problemi di varia natura e con la quale il contatto si era creato tramite una ragazza di origini teutoniche che lavora nel canile, aveva infatti manifestato il suo interesse nei confronti di Mery. Tutte le pratiche per l’adozione internazionale erano state compilate, mancava soltanto l’accordo sulle modalità di trasporto del cane a Dusseldorf, dove risiede la famiglia. Ed invece ieri mattina due dipendenti dell’Asur della Zona territoriale n. 11, a loro detta avvertiti da una non meglio precisata associazione ambientalista, si sono presentati al canile intimando la direzione a bloccare l’adozione della cagna, che cammina faticosamente trascinando sulla ghiaia le sue zampe inermi, in quanto in Germania i cani invalidi vengono ampiamente usati per la vivisezione. Una spiegazione che ha lasciato basiti i volontari del canile, se si pensa che in Italia si stima che ogni anno circa 1 milione di animali vengano usati “a fini scientifici” e che nel triennio nel triennio 2001-2003 le vittime accertate in seguito a questa pratica sono state quasi 38 mila. Anche se non è nuova la polemica su carichi di animali che vengono portati all’estero per essere usati nei laboratori del nord Europa. Dove sta la verità? Secondo Ennio Reschini, uno dei volontari che ogni giorno si occupa dei cani del Villaggio, c’è sotto qualcos’altro. <Il nostro amore per gli animali viene al primo posto, ci siamo informati minuziosamente su questa famiglia che ha voluto adottare Mery, dato che una mia collega è originaria della Germania – spiega Reschini – da tempo c’è qualcuno che sta cercando in tutti i modi di metterci i bastoni tra le ruote. Guarda caso poche settimane fa abbiamo ricevuto persino una denuncia per presunti maltrattamenti. Chi ha avuto modo di visitare la nostra struttura sa che trattiamo cani e gatti con tutto l’affetto di cui siamo capaci, ma evidentemente ci sono trame politiche ed economiche sotto, che però vanno a discapito dei nostri piccoli amici. Speriamo di risolvere al più presto la situazione di Mery e di riuscire ad avviare al 100% l’attività del Villaggio, una struttura di eccellenza per tutto il territorio fermano>.
 
pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento