Egregi Onorevoli,
apprendiamo dell'imminente discussione in Commissione Agricoltura della  Camera del testo unificato delle 12 proposte di legge "sparatutto", di modifica dell'attuale legge su fauna e caccia 157/92.
E' veramente ignobile proporre leggi per una minoranza di cittadini beffando la grande maggioranza che,  per il fatto di essere silenziosa, non significa sia assente.
La sensibilitÓ verso altre forme di vita, la necessitÓ di preservare quel che resta della natura, di affermare la civiltÓ e la democrazia, impongono di respingere questa proposta,
Chiediamo a voi di ricordarvi della maggioranza che, in passato, si Ŕ giÓ espressa e non per la regolamentazione ma la sua abolizione.
Il testo richiamato Ŕ quindi da respingere o emendare integralmente. Infatti se  venisse approvata la formulazione base del relatore, si potrebbe andare a caccia da agosto a febbraio (oggi da settembre a gennaio), sarebbe depenalizzata l'uccellagione, la caccia nei parchi e il bracconaggio  (anche  notturno) da autoveicoli e natanti, verrebbe ripristinata la caccia in  mare, aumenterebbero le specie cacciabili (aggiungendo ad esempio le rare oche selvatiche), aumenterebbe la mobilitÓ dei cacciatori, e la mancanza dell'obbligo degli anelli per attestare la  regolaritÓ dei richiami vivi di catture farebbe aumentare esponenzialmente l'uccellagione; la proposta di  far sparare agli acquatici per un'ora dopo il tramonto potrebbe annientare  le popolazioni selvatiche di molte zone umide; l'uso della caccia agli
ungulati coi pallettoni (oggi vietati) aumenterebbe il tasso di mammiferi  feriti mortalmente e non recuperati.
Il testo contiene molte altre assurditÓ, come l'abolizione degli  indennizzi  per i danni  all'agricoltura provocati dalla specie protette e non cacciabili.
Noi cittadini,  contrapponendoci alla prepotenza  invasiva di armieri, allevatori, produttori di mangimi, ristoratori ecc.,  contrari a ogni forma di violenza, con le sole armi della nostra coscienza, della nostra cultura e della nostra civiltÓ, chiediamo fortemente di essere ascoltati.
Grazie.
...............GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

firme dei sostenitori del messaggio: 
 

home bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi