Egregi signori e signore
Le nutrie, chiamate "brutti topacci" da una certa Rita Turrini, avulsa e aliena dal pianeta terra, sono creature che dovrebbero invece affascinare l'osservatore per quella qualità che hanno tutti gli animali di condurci all'intimità della natura e della nostra stessa essenza. Quella madre che ha partorito anche noi umani, figli traditori.
Invece di coltivare l'amore per la natura e tutte le sue forme, il rispetto per la vita e tutte le sue forme, questa signora Rita Turrini della "Tua Vallata" vorrebbe istigarci all'intolleranza, all'odio, alla distruttività.
Invece che suggerirci conoscenza e accoglienza, suggerisce ignoranza e brutalità.
Siamo sempre sconvolti quando constatiamo tanta arretratezza morale e culturale!
Ci auguriamo che l'amministrazione di Borgo Tossignano sia più evoluta e capisca quanto faccia bene all'uomo ritornare ne suoi confini umani anzichè barcollare come un robot in un cimitero di valori.
 
...............GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

firme dei sostenitori del messaggio: 
 

 
p.s. articolo in allegato
  
CORRIERE ROMAGNA
25 GENNAIO 2005
 
Allarme nutrie lungo il Santerno
 
BORGO TOSSIGNANO (BO)- “Fare passeggiate lungo il fiume è piacevole ma troppo spesso, a tutte le ore e in tutte le stagioni, si vedono ovunque nutrie, brutti topacci, che spaventano i bambini e non solo loro”. Lo sostiene Rita Turrini della Tua Vallata, secondo cui “è evidente a tutti che lungo gli argini del fiume Santerno le nutrie stanno crescendo (e molto) di numero, le si vedono anche vicino alle case e nei giardini. Sappiamo che le nutrie con le loro ‘perforazioni’ danneggiano notevolmente la stabilità degli argini e che questi animali sono pericolosi anche per la salute delle persone e degli animali domestici”.Turrini ha presentato un’interpellanza al sindaco in cui chiede di sapere:1) “Se la nostra amministrazione è a conoscenza dell’alto numero di nutrie presenti lungo il Santerno”.2) “Quali immediati provvedimenti si vogliono prendere per difendere gli argini del Santerno e, soprattutto, la salute della nostra gente”.
 
home bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi