Egregi signori
Siamo d'accordo con il CNR nel non chiamare comportamenti umani quelli delle scimmie. Sarebbe una vera ingiustizia verso di loro in quanto si dovrebbe accettare, e non è vero, che facciano guerre, stuprino, affamino, siano sadiche, crudeli, pedofile, razziste, terroriste, ecc....ecc....ecc....
Ma, poichè sono mammiferi (da mamma o mammella che è la stessa cosa) non comprendiamo il perchè di tanta meraviglia se sanno amare, piangere e soffrire per le loro creature e ci sembra assurdo e inconsistente  pensare che lo facciano come automi, come gli orologi di Cartesio.
Soltanto chi è abituato a trattarle come oggetti, nelle sperimentazioni di ogni genere, può (deve) pensarlo altrimenti come potrebbe sopportare  la devastazione  per tale comportamento?
Giustificarsi è d'obbligo per non restare schiacciati dall'orrore.
Auguriamo a tutti maggiore umiltà.
 
...............GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

firme dei sostenitori del messaggio:  

p.s. articolo di cronaca in allegato 


 
VIRGILIO NOTIZIE 
 
Animali: esperta, scimmia ha vita sociale molto sviluppata
 
08/02/2005 - 19:35
Per Cnr, occorre cautela nel parlare di'comportamenti umani'

(ANSA)- ROMA, 8 FEB -'Le scimmie hanno una vita sociale sviluppata,ma non vuol dire che piangano o capiscano il significato della morte':a dirlo Giovanna Spinozzi. La primatologa dell'Istituto di scienze e tecnologie del Cnr di Roma invita alla cautela nel parlare di comportamenti "umani" nelle scimmie: 'si sono avuti casi di madri che hanno perso il proprio piccolo e non volevano lasciare il cadavere, ma ciò non significa che comprendevano la morte. Tanto e' vero che provavano ad aprire gli occhi del figlio morto'.
home bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi