Egregi signori.
Protestiamo vivamente per la mancata pubblicazione della notizia dell'esportazione di randagi dalla Sardegna.
Associazioni nazionali come Gruppo Bairo, Movimento UNA, Animalisti Italiani, due associazioni svizzere, sono intervenute per chiedere accertamenti e indagini per l'esportazione illegittima di cani e gatti dalla Sardegna ad opera di alcune associazioni animaliste.
Nonostante siano stati forniti tutti i riferimenti di  legge, nonostante questa pratica sia considerata  assurda e pericolosa da parte di tutti coloro che lavorano seriamente per prevenire e combattere il randagismo, quasi nessun organo di informazione sardo ha ritenuto opportuno pubblicare i comunicati inviati.
Nessuna accusa di traffico Ŕ mai stata formulata, mentre associazioni animaliste ma anche singoli volontari hanno espresso una critica, netta, decisa, per una pratica ingiusta, illegittima e pericolosa.
Posizioni che hanno giÓ  scatenato reazioni poco composte da una parte e imbarazzanti silenzi dall'altra.
Chiediamo che la Vostra testata dia il giusto spazio alla notizia  degli interventi e delle posizioni delle associazioni che stanno lavorando per contrastare questa pratica.
I cittadini, i lettori e i tanti venuti a conoscenza di queste esportazioni hanno il diritto di essere informati, ma soprattutto di conoscere la veritÓ e per questo pretendono che anche gli addetti all'informazione diano il giusto spazio ad ogni espressione riferita al problema.

Enrica Boiocchi Vice presidente GRUPPO BAIRO Onlus         www.bairo.info
Leila Delle Case  Segretario nazionale Movimento UNA        www.unaecoanimali.it

 
firme dei sostenitori del messaggio: 
 
 
pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi