Egregi signori
si può chiamare civiltà del 2000 quella del gruppo di giocatori (feroci e sporchi umani) che intendevano  divertirsi ammazzando un povero animale a sprangate?
E, grande accoppiata, ammazzare sadicamente e vigliaccamente per consacrare la festa alla Madonna del Carmine! La Madonna vuole questa violenza?
Ma a quanti connubi tra ferocia e religione dovremo assistere ancora, prima di vivere concretamente una religione di bontà,  compassione,  carità, pace, amore verso il creato? Quante migliaia di anni ancora dovranno passare perchè il 2000 di oggi non sia un 2000 avanti Cristo?
Siamo sbalorditi e indignati e chiediamo alla Chiesa che si pronunci contro questi gesti di gratuita violenza contro le creature di Dio, creature che San Francesco, patrono d'Italia, amava come fratelli minori!
Com'è possibile accettare di macchiarsi del sangue di una creatura indifesa e innocente, accettare di addestrare uomini (anime?) alla brutalità, e poi credere di potersi pulire la veste macchiata di sangue?
Lo chiediamo a chi, nella Chiesa, conosce, crede e pratica le virtù e non gli orrendi difetti dis-umani.
Quando suonerà la campana?
Il nostro grazie va invece ai carabinieri che, fermando la gara, hanno considerato violenza la violenza a prescindere dalla vittima sacrificale.

........................GRUPPO BAIRO Onlus        
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio: 

p.s. articolo di cronaca in allegato

IL Giorno
2 giugno 2005
 
BESTIA SARA' LEI
 
Gallo da uccidere per gioco
deve la vita ai carabinieri
 
Doveva essere la vittima sacrificale di un gioco stupido e crudele. Un gallo immobilizzato in una buca e i giocatori, bendati, che si sarebbero dovuti sfidare nell'uccidere l'animale con spranghe di ferro. Ma a quel punto sono intervenuti i carabinieri che hanno interrotto la gara. O meglio, il rito che ogni anno si svolge a Umbriatico, in Calabria, durante i festeggiamenti per la Madonna del Carmine. Il gruppo è stato denunciato per maltrattamento d'animali. Il gallo, incolume, è stato affidato a un agricoltore.
 
pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi