Egregi signori
Se ancora ce ne fosse bisogno, apprendiamo del barbaro e crudele comportamento descritto dall'articolo in calce e che riteniamo appartenga di norma (nelle sue varianti) e non per eccezione, a un palio.
La crudeltà verso i cavalli, sfruttati e seviziati, non sempre viene messa in evidenza, anzi, parlarne è soltanto incidentale perchè lo scopo primario, la corsa, pervade ogni interesse e quindi ogni notizia. Inoltre, pensano bene gli addetti a nascondere accuratamente ciò che potrebbe offuscare la  loro "festa".
Come si conviene a una setta religiosa, costoro mantengono la più ferrea segretezza per quanto succede dietro le quinte. I cavalli, d'altra parte, sono considerati soltanto strumenti e non gli animali sensibili e fragili che sono.
I cultori del palio non sono cultori di cavalli ma di gare, di scommesse, di divertimento. Se poi tutto questo avviene a spese degli animali......non ha importanza.
La comunicazione non verbale che appartiene agli animali, non è compresa dagli uomini insipienti e insensibili. Non la conoscono e non si curano di conoscerla.
E, mentre gli artieri gridano: "evviva il palio", nel contempo affermano: "abbasso i cavalli".
Ci auguriamo una riflessione.

.....................GRUPPO BAIRO Onlus        
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio: 

p.s. articoli di cronaca in allegato

 

LIBERO - 30 LUGLIO 2005
 
Maltrattato un cavallo al Palio di Avola
 
Avola (SR): Orrore al Palio di S. Venera, che in questi giorni e fino a domani si corre per le strade di Avola, in provincia di Siracusa: un cavallo è stato seviziato e trattato brutalmente: legato per la lingua con una corda dal suo artiere che così lo stava facendo partecipare alla corsa. E' la denuncia della Lav Sicilia, che ha chiesto l'immediata sospensione del palio. Durante le prove a cronometro dei giorni scorsi, inoltre altri episodi hanno confermato l'assoluta pericolosità della corsa ed i maltrattamenti subiti dagli animali: due cavalli imbizzarriti per lo stress e le condizioni di trattamento e che non volevano entrare nelle gabbie di partenza, hanno disarcionato i fantini facendoli sobbalzare dalla sella.
 
 
IL GIORNO QN
30/07/05
 
Palio di santa venera
 
CAVALLO LEGATO PER LA LINGUA
DENUNCIATO IL SUO ARTIERE
 
Avola (Siracusa)
Denunciato dalla Polizia per maltrattamenti. E' quel che è accaduto a un uomo di 29 anni che ad Avola (Siracusa), ha legato per la lingua con una corda, il cavallo che avrebbe dovuto prender parte al palio di Santa Venera che si correrà oggi.

 
pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi