Ogni volta che si raccolgono fondi per la ricerca si omette di dire per quale tipo di ricerca e che cosa sia la ricerca.
Si ricatta il buon cuore delle persone parlando solo dello scopo:  vincere le malattie, sollevare dalla sofferenza gli esseri umani.
Peccato che la ricerca venga fatta sugli animali, creature di Dio, esseri senzienti, nostri fratelli minori (si scelga la definizione preferita); peccato che  il ricercatore sia un vivisettore, e quindi uno che chiude occhi, orecchi, cuore e coscienza mentre tortura a morte queste creature innocenti, vive, soggetti,  considerati cose, merce senz'anima.
No, egregi signori, noi non finanzieremo simili aberrazioni del comportamento umano che ci abbassano a livelli di brutalitÓ mai ragguinti (mettetevi al posto di quei poveri animali e lo capirete) e che niente hanno di diverso dallo schiavismo e dal razzismo di antica memoria, niente hanno di diverso dalle torture praticate nelle carceri su esseri umani colpevoli del reato di opinione.
No!
Noi finanzieremo  la ricerca  quando verrÓ sviluppata quella incruenta, quella etica, quella che userÓ colture cellulari, modelli matematici e ogni altro strumento giÓ in essere tra coloro che rifiutano la depravazione morale che una societÓ pronta a calpestare tutto per interesse, si concede annettendosi il crisma della legalitÓ.
Vi siete mai chiesti perchŔ la ricerca senza animali non viene sviluppata pur essendo stata istituita  in Italia la Piattaforma IPAM per i metodi alternativi?
........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio:
 

 
p.s. articolo di cronaca in allegato

 

IL GIORNO
03/11/05
 
TELETHON
"ADOTTA UN RICERCATORE"
TRA I CARRELLI DELLA SPESA
 
Una grande raccolta di fondi per combattere le malattie genetiche, sostenendo un "cervello" di casa nostra, magari conosciuto al supermercato. E' l'iniziativa Telethon "Adotta un ricercatore" che si terrÓ nelle catene Auchan, Sma, Puntosma e Cityper.


 

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi