Gentile ministro
in ogni campagna, borgo, città del nostro bel paese l'abitudine di uccidere gli animali con il veleno non è tramontata con la legge 157 ma continua imperterrita senza che nessuno faccia o possa fare qualcosa.
Si disperdono polpette nei boschi, nei giardini pubblici, privati, vicino alle case senza alcun pudore, irridendo alla legge e, naturalmente, alla coscienza.
Gli animali domestici e selvatici muoiono tra sofferenze atroci macchiando di indegnità la coscienza sociale e ferendo i sentimenti dei cittadini sensibili che si oppongono a tanta barbarie.
Le chiediamo quindi di restringere il numero dei veleni venduti liberamente sottoponendo i più  pericolosi a regime controllato di vendita tramite registrazione.
Ci auguriamo che lei consideri la nostra richiesta meritevole di attenzione.
Grazie.
 
........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio:
 

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi