Egregi signori
Ci sentiamo rispondere, quando rispondono, dai sacerdoti e dai teologi della Chiesa cattolica, che Dio ama gli animali, che i cattolici amano gli animali i quali però non sono propriamente figli di Dio ma solo creature di Dio, che occorre comunque rispettarli e non commettere crudeltà alcuna verso di loro.
Come giudicate il documento che potete leggere all'indirizzo:
http://digilander.libero.it/ifiglidiundiominore/Trapianti.html
Cosa significa crudeltà per costoro?
Un uomo senza cuore, un torturatore di mestiere, un essere innominabile per la nostra coscienza, è consigliere etico del vaticano.
Ma, di quale etica? Non certo la compassionevole, affabile, gentile, caritatevole, etica di San Francesco.
Concludete voi che ragionate, concludete voi che avete sentimenti!

........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

 

firme dei sostenitori del messaggio:
 

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi