Egregi signori
C'è un motivo se il mezzogiorno continua a perdere il treno? Si può dire che l'aviaria è una buona consigliera.
Eccone l'esempio: decretare la morte di tutti i cigni della Puglia (o, addirittura, di tutti gli uccelli).
Quando l'ignoranza espande e rafforza le sue radici, la paura stordisce e "fa novanta".
Mentre i nostri inascoltati politici si sgolano a dichiarare che non c'è pericolo che l'aviaria contagi l'uomo, in TV si presentano generose "cavie" a convincerci  azzannando carne di pollo e giornalisti di buona volontà esemplificano il concetto a Manduria qualcuno propone lo sterminio della bellezza, della poesia, dell'innocenza..
Ci si prepara a un gesto barbaro senza pensare, senza conoscere, rendendo doppiamente vittime le vittime; l'insipienza supera l'intelligenza e la pazzia il senno.
Certo noi della specie homo sapiens, quella che di malattie ne contagia tante e di sofferenze ne inventa a miliardi e sulla morte di uomini e animali sviluppa senza sosta  le sue tesi sanguinarie, noi nati in un mondo che non si chiama Puglia, cancelliamo questa regione dal nostro orizzonte culturale e confidiamo che gli amanti della bellezza e della poesia, ricordino quei politici che tanto superficialmente ne impongono l'annullamento.
Chiediamo a chi riesce ancora, in questi tempi caotici, a conservare il bene dell'intelletto, di riportare il signor Tedesco a più ampie e ragionate visioni.

........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

 

firme dei sostenitori del messaggio:
 

p.s. articolo di cronaca in allegato

 

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
23 FEBBRAIO 2006

 
Aviaria, Tedesco chiede di uccidere i cigni -
Lettera dell’assessore alla Sanità al ministro Storace. Vendola convoca i responsabili della grande distribuzione

 
Manduria (Taranto) 
I cigni selvatici non sono più portatori di bellezza ma di morte quindi vanno abbattuti. L’assessore Tedesco si è risolto a chiedere il permesso a Storace dopo che il sindaco di Manduria, nel cui territorio sono stati ritrovati due volatili reali uccisi dal virus dell’aviaria, aveva avanzato la proposta di abbattere tutti gli uccelli. Nel frattempo Vendola ha chiamato a rapporto la grande distribuzione accusata dall’unità di crisi di boicottare i prodotti pugliesi.
Tedesco.
«Abbiamo inoltrato a Roma, al ministero alla Salute, la richiesta del sindaco di Manduria, Francesco Massaro, di poter abbattere preventivamente i cigni presenti a Torre Colimena. Attendiamo la risposta di Storace e dei veterinari, chiamati a darci l’indirizzo».
Oggi il responso.
In attesa del responso – che potrebbe arrivare oggi - il servizio veterinario pugliese proseguirà nell’attività di monitoraggio sui volatili censiti circa dieci giorni fa. In tutto sono 145 i cigni reali sopravvissuti all’aviaria che attualmente popolano le zone umide della Puglia: 37 quelli di Torre Colimena, 30 a Riva degli Angeli, 45 a Porto Cesareo, 25 a Torre Veneri, 3 ad Acquatina e 5 alle Cesine. «Per il momento – spiega Tedesco – il provvedimento riguarda la località tarantina ».Maè facile intuire che, se si dovesse optare per l’abbattimento, si tratterebbe di un precedente da poter applicare in altri casi. Damiani

 

risposta del Sindaco di Manduria Dott. Prof. Francesco Saverio Massaro - controrisposta del Gruppo Bairo

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi