Egregi Signori.

Purtroppo dobbiamo constatare una volta di più che esistono in Italia, paese del diritto, leggi di prima e di ultima categoria. Come dire che la legge la fa ognuno di noi, che il paese del diritto è solo sulla carta e la salvezza degli animali, per l’amministrazione comunale di  Varese, è un'opzione.

E' pervenuta presso la nostra sede la testimonianza che alleghiamo e che ci lascia alquanto allibiti.

Rammentiamo alle autorità competenti che le leggi a tutela degli animali anche se blande, esistono e vanno applicate. Oltre alla ormai conosciuta legge n. 473 del 22 novembre 1993, art. 727 contro i maltrattamenti di animali, è stata emanata anche  una sentenza della Cassazione (Cassazione 8547/2002, 31 maggio 2002), la quale ha ritenuto in particolare che la nozione di maltrattamento di animali che si desume dal codice penale non va individuata solo con riferimento alla violenza fisica, ma comprende anche aspetti comportamentali ed ambientali di carattere sia commissivo che omissivo. E che, mentre l'ipotesi dell'incrudelimento può essere ragionevolmente configurabile solo in presenza dei dolo, quella della detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura è configurabile anche a titolo di colpa.

Detenere animali in un Luna Park, sotto il sole, in mezzo a frastuoni di ogni genere, considerati alla stregua di oggetti premio, non è condizione compatibile con la loro natura e quindi è contro la legge.

Chiediamo pertanto l'immediato intervento delle autorità per porre fine a questa vergognosa situazione.

Gli animali non sono oggetti ma esseri viventi, esistono leggi da rispettare e noi pretendiamo che vengano rispettate.

........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

 

firme dei sostenitori del messaggio:

 

p.s.: Testimonianza in allegato
 

 

Ferrara, martedì 25 aprile 2006

 

Sabato scorso 22 Aprile sono andata personalmente al luna park del lido di Schiranna a circa 4 km. da Varese ed ho visto una realtà che spero si possa presto cancellare, infatti le bancarelle con animali erano ben tre e c'erano un cincillà, almeno una trentina di conigli grandi quanto un pugno chiuso quindi forse nemmeno svezzati, molti di loro erano gia malati in quanto presentavano scolo al naso e chiazze senza pelo, c'erano inoltre moltissimi criceti di diverse razze, circa venticinque cavie, pesci rossi, tartarughe, tritoni ed un'iguana, tutti questi animali sono tenuti in terrai/acquari ammassati, le condizioni igieniche fortunatamente sono buone e tutti gli animali avevano cibo secco, acqua pulita nei beverini a goccia, erba fresca e fieno e la lettiera era composta da tutolo di mais e truccioli di legno, quindi non si tratta di maltrattamento vero e proprio ma il fatto è che non possono essere dati come premio! Sopra ai contenitori degli animali c'erano dei cartellini con scritto chiaramente che potevano essere vinti o acquistati ed oltre agli animali erano in vendita/premio ed esposte gabbie, fieno, mangimi, lettiera, beverini ed altri accessori per gli stessi animali, tra l'altro c'è una legge ben precisa che vieta di tenere gli animali esposti in vetrine (anche di negozi) ed in pieno sole a quanto so, in questo luna park gli animali erano assolutamente esposti al sole anche se era stata messa una rete fitta di plastica, tipo quelle oscuranti da giardino per intenderci, come protezione ma assolutamente inutile ed in più queste bancarelle erano proprio davanti all' autoscontro dove veniva tenuto lo stereo ad un volume assordante e fastidioso per gli umani...figuriamoci per gli animali!!! L'idea che mi sono fatta onestamente è che facciano questo solo per pura ignoranza e non per cattiveria ma non si può continuare a permettere che questi animali indifesi vengano trattati così.

Federica Guio

 

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi