Egregi signori
Evidentemente il giornalista Valerio Fioravanti ama i coctail: butta un po' di parole nello shaker, agita e tira fuori un'opinione.
Se vuole salvare tanti bambini perchè non comincia a rinunciare ai ristoranti di lusso, al vestito sopraffino, all'orologio milionario e a tante belle frivolezze della sua vita, della nostra vita?
Quanti bambini si salverebbero tralasciando il superfluo, il lusso e le inutili cianfrusaglie della vita!
Ma quanti bambini si salverebbero semplicemente non ammazzandoli. Soltanto in Brasile, 50.000 bambini di strada vengono uccisi ogni anno dagli squadroni della morte composti  da uomini, signor giornalista, non da cani!
Bambini uccisi con la complicità dei commercianti perchè la loro povertà disturba i benpensanti, quelli che hanno le belle opinioni.
Non è dando da mangiare, in una parola lasciando vivere gli animali nati su questa terra inventata da Dio, con  diritto a vivere la loro vita di cani, gatti, scimmie e uomini che si nega la vita ai bambini,  ma con l'assenza di equità sociale, di solidarietà, di compassione, di giustizia, di amore, tutti sentimenti che la società umana si fa lievitare in bocca impastando la torta di menzogne, violenze e spietati interessi ad uso di chi, tra di noi, non sa discernere.
La pregiata opinione riportata in poche righe perchè mancante di supporti razionali, etici, storici, non è un'opinione ma la dichiarazione di un odio violento e cieco. Lo stesso odio che un tempo faceva gridare ai bianchi di non abolire la schiavitù perchè altrimenti le fabbriche di mazze e di catene sarebbero fallite e i bravi e bianchi padri di famiglia avrebbero perso il lavoro!
E quanto lontana l'immorale opinione da quelle filosofie umane che hanno reso grandi gli uomini che le hanno espresse, divulgate, assimilate!
Pensiamo a Gandhi,  Leonardo,  Einstein,  Tolstoi, Francesco  ecc. ecc. un lungo elenco di persone che possedevano la grandezza di un'opinione. 
Purtroppo, accanto al futuro vive ancora il medioevo.
E' stato già detto.

........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio:
 

p.s. articolo di cronaca in allegato

 

L'OPINIONE
18 LUGLIO 2006
 
Meglio sopprimere gli animali domestici e salvare le vite dei bambini nel mondo
 
Valerio Fioravanti
 
Tutti scandalizzati alla notizia che il britannico Mr. David Smith avrebbe soppresso circa 10.000 cani nell’arco di 15 anni. I levrieri usati per le corse, invece di essere avviati a un costoso pensionamento, ricevevano un colpo di pistola in testa, e poi seppelliti, per un compenso di 10 sterline. Se pensiamo che in Italia molte amministrazioni stanziano una media di 2 euro al giorno per ogni cane abbandonato tenuto nei canili, uno Smith italiano avrebbe fatto risparmiare alla collettività almeno 50 milioni di euro. Certo sia Smith che i padroni dei cani hanno agito per gretto profitto. Rimane il fatto che con 50 centesimi al giorno si salva un bambino del terzo mondo. Quindi, invece di facili turbamenti della nostra coscienza animalista, usiamo questa notizia per ricordarci di quanti soldi stanziamo per salvare i cani, e quanti pochi per salvare i bambini.

 

risposta di Valerio Fioravanti

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi