Egregi signori
Pagina nera.
Dietro le sbarre c'č paura,  sofferenza e pazzia.
Dopo le sbarre c'č la rottura delle ossa cervicali, l'asfissia da gas, la scossa elettrica a 200 volt, il colpo alla nuca, il colpo contundente sul muso col martello, iniezioni letali................. per una morte che sopravviene fra atroci sofferenze.
Tutto questo ha una morale?
Ha una giustizia?
Ha una bontą?
Ha compassione?
Ha umanitą?
Sapreste trovargli un nome?
"Tutto questo" rappresenta l'uomo e l'uomo rappresentato da "tutto questo"  ci inorridisce.
Noi lo chiamiamo "mostro, bruto, aberrazione, demonio.
Pagina bianca.
Qualcuno immagini la libertą!
"La libertą non ha prezzo. E' una condizione talmente appagante che a stento si č disposti a crederci quando la si č ottenuta. La libertą ha l'odore della terra bagnata di rugiada, la frizzante energia della nebbia del mattino e il profumo penetrante del muschio fra i tronchi d'albero. E' gioia di toccare il suolo e l'erba morbida, di annusare l'aria e di vedere grandi spazi davanti a sč. La libertą č il musetto interrogativo che spunta da una gabbia che non sperava certo di trovare aperta. E' l'incredulitą di potersi muovere senza dover girare ore e ore su sč stessi. E' la voglia di correre senza una meta precisa, strofinandosi fra i cespugli e rotolando fra zolle e radici, sotto una coltre di stelle, con i polmoni pieni di vento e il corpo vibrante di nuove sensazioni; non ha importanza dove porterą questa corsa inaspettata, ciņ che conta veramente č il poterla fare, per un attimo...... o per sempre".
 
 
 
........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info
 
 
firme dei sostenitori del messaggio:
 
 
pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi