Egregi signori
Al Pala Algia di  Livorno è in arrivo l'American Circus di Flavio Togni, che monterà il suo tendone dal 18 al 22 gennaio 2008.
Giocolieri, funamboli, acrobati, clowns e naturalmente, gli animali. Animali chiusi in gabbie ristrette che dormono accanto alle loro deiezioni e che hanno come uniche compagne la noia, l’apatia, la paura e come loro peggior nemico, l’essere umano. Creature che escono dalle loro prigioni a vita, solo per essere costretti ad esibirsi in esercizi innaturali, sotto la continua minaccia di percosse o punizioni come la mancata razione giornaliera di cibo o l’ulteriore isolamento.
Ecco cosa è in realtà il circo: un tendone di falsata allegria dove fra colori brillanti e musiche assordanti, si nasconde lo squallore della sofferenza.
Lo spettacolo di animali in gabbia, lontani dal loro ambiente e dai loro comportamenti naturali, difficilmente può essere proposto come "didattico" specialmente per i bambini. Al contrario, fa vedere una realtà fasulla e lungi dall'essere formativo, lo spettacolo è diseducativo e, per di più, infinitamente triste.
In una società che si definisce civile, pratiche incivili che ledono la dignità degli esseri viventi creando dolore, paura e privazione della libertà , non devono più esistere. L'educazione alla non violenza passa sopratutto dalla sensibilità e dal rispetto verso ogni forma di vita. Quale insegnamento potranno mai trarre le future generazione in spettacoli basati sulla costrizione, lo sfruttamento e il totale disinteresse della dignità di un essere vivente?
Inammissibile appoggiare un tipo di esibizione che si basa su sofferenze e soprusi: è fondamentale che il circo smonti definitivamente il suo triste spettacolo e che dia libero spazio ad altri tipi di cultura del divertimento di gran lunga più divertenti e moralmente accettabili. Grazie a nomi come il canadese Cirque du Soleil, il Cirque Eloize e molti altri, l’arte del circo contemporaneo ha varcato i confini del mondo, mettendo in ulteriore crisi gli affari del circo tradizionale.
Chiediamo a voi tutti una riflessione poichè i cittadini, per fortuna, non sono tutti uguali e numerosi sono quelli che ritengono gli animali, degni di rispetto e compassione. 

........................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info
 

firme dei sostenitori del messaggio:


 

messaggio pubblicato sul Corriere di Livorno in data 09/01/2008

pagina iniziale bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi