Egregi signori
Come sempre la Sardegna si distingue, come il resto dell' Italia e come ogni altro territorio dove la coscienza, la civiltà e la legge non hanno diritto di asilo.
Leggiamo l'articolo allegato: vergogna!!
Accanirsi contro animali colpevoli soltanto di essere nati, con la vigliaccheria dell'anonimato, con la crudeltà del veleno, non è degno di esseri umani evoluti ma di barbari, di feroci carnefici.
Così noi, esseri civili, sensibili alla sofferenza di ogni essere, ci sentiamo indignati e offesi da tali comportamenti e boicotteremo la vostra regione come ormai da tempo facciamo per tutti quei luoghi dove gli animali non sono rispettati e protetti.
Se non si rispettano gli ultimi fra gli ultimi non si è capaci di rispettare neppure tutti gli altri esseri marginali verso i quali la compassione è soltanto un vomito di parole vuote.
Chiediamo alle autorità di intervenire per eliminare questo vergognoso comportamento.
Ognuno di noi,  rispettoso degli animali, si ricorderà di quei politici che avranno o non avranno dimostrato uguale rispetto e sensibilità.

........................................GRUPPO BAIRO Onlus
www.bairo.info

Firme dei sostenitori del messaggio:

 

 
p.s. articolo di cronaca in allegato
 
 
L'UNIONE SARDA
mercoledì 26 maggio 2004

Medio Campidano

 
Sanluri
Strage di gatti nei palazzi di via Trexenta
 
Sanluri (Cagliari)
 
Sette gattini sono morti nel condominio dello Iacp in via Trexenta 12 a Sanluri. Uccisi domenica dal potente veleno mischiato con il cibo lasciato nelle ciotole in giardino. «Non è la prima volta che capita», denuncia Milena Manca, un’inquilina del condominio. Uno dei gatti avvelenati era suo. «Li abbiamo trovati agonizzanti nel giardino e nel garage ma ormai non c’era nulla da fare. Una vera strage - prosegue la donna - è pericoloso perché nel giardino del condominio ci sono tanti bambini che vanno a giocare. Ho altri 2 gattini e ho paura per loro, denuncerò il fatto alla protezione animali».

 

home bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi