Egregi signori
molti di noi sono soci del WWF e, mentre siamo d'accordo sulla necessità di "svelenare" il pianeta, inorridiamo nel leggere che state raccogliendo firme  per la campagna  chiamata "Svelenati".
Questa campagna, a prima vista,  sembra promossa a favore dei consumatori e dell'ambiente perche' sostiene un progetto europeo che ha lo scopo di eseguire test su sostanze chimiche (già presenti in commercio) non adeguatamente testate  e quindi potenzialmente pericolose per l'uomo, l'ambiente e gli animali selvatici.
Per le persone consapevoli,  la sola  dicitura "test di tossicità'" suona sinistra, ci parla apertamente di vivisezione.
Infatti il progetto, da voi così appassionatamente sostenuto, e' il famigerato progetto Reach! Ovvero quell'operazione per cui  milioni, decine di milioni di animali  troveranno la morte in laboratorio tra mille sofferenze e per inutili test!!!!!!
Noi vogliamo "svelenare" il pianeta ma non a costo di milioni di vittime innocenti.
Quindi non firmeremo la petizione, ci scioglieremo dal WWF e faremo propaganda contro.
I dati sulla sicurezza infatti sono ottenuti avvelenando animali di varie specie, roditori e non. Quindi: topi, ratti, conigli, cani, gatti e altri animali innocenti, cavie appunto, esseri su cui tutto si può fare perchè non possono appellarsi alla morale, non sanno gridarci l'infamia che su di loro si compie, non riescono a ribellarsi alla prepotenza, al sopruso, all'arroganza. Sono indifesi e i test compiuti sui loro corpi produrranno dati inutili; i consumatori non saranno protetti  ma solo imbrogliati, perche' con gli animali, variando specie, ceppo e condizioni dell'esperimento si puo' ottenere qualsiasi risultato  interessi  ottenere. Si puo' dimostrare che una sostanza e' tossica, o che non lo e', a seconda di  quello che fa piu' comodo allo sperimentatore/vivisettore.
Tutte le associazioni antivivisezioniste d'Europa stanno chiedendo da anni di congelare il progetto e avviarlo solo quando tutti i test previsti saranno sostituiti da test senza animali, in modo da non torturare e uccidere alcun essere vivente e raccogliere dati veramente scientifici e predittivi.
Eppure, da una vostra costola è nata Equivita, associazione scientifica contro la vivisezione!
Siamo delusi!
Pensiamo di affidarci a chi lotta per salvare gli animali, tutti gli animali, perchè crediamo che la violenza e la crudeltà restino violenza e crudeltà qualunque sia lo scopo che le alimenta; pensiamo che il WWF possa comprendere e fare proprio il concetto enunciato da uno scienziato come  Einstein secondo il quale "quando si tratta della verità e della giustizia non c'è distinzione fra i grandi problemi e i piccoli perchè i principi generali che riguardano l'azione dell'uomo sono indivisibili";  invece......
Con l'indifferenza operativa nei confronti dell'abolizione della caccia (questione di primaria importanza  per un'associazione che dichiara di voler difendere la vita selvatica) e ora con la campagna "Svelenati", siamo veramente disgustati di come il WWF non riesca a fare il salto etico arrivando a comprendere come l'uomo non sia il centro del mondo, il rapace predone della natura e delle vite di altri esseri, ma soltanto la creatura più evoluta e per questo libera di scegliere tra atrocità e grandezza morale.
Noi, verso questa stella vogliamo camminare.
 
.......................GRUPPO BAIRO Onlus
 

firme dei sostenitori del messaggio:

 
home bairos@tin.it torna alla pagina dei messaggi