GIUGNO 2009
 
INTERVENTI IN MAILING LIST DEL GRUPPO BAIRO SUL FERMO DI ANCONA DOVE OTTO CUCCIOLI STIPATI IN UN FURGONE PROVENIENTI DALLA GRECIA E DIRETTI IN GERMANIA, SONO MORTI PER ASFISSIA
 
 
da Lucia da Livorno:

 
Ironicamente mi vien fatto di pensare che forse in Germania le canine o sono sterili o sono tutte sterilizzate perchè altrimenti non si giustificherebbe tutta questa attività di importazione cani da paesi come Grecia, Italia, Spagna e compagnia bella. Tutti sappiamo che non è così, questo è un traffico vero e proprio che certamente nasconde forti interessi.  Il caso di oggi riguarda un carico proveniente dalla Grecia, ma...dall'Italia? quanti carichi saranno partiti e avranno raggiunto la meta? C'è da rabbrividire al solo pensiero di quel lungo viaggio, anche se dall'Italia il tragitto è più breve, specie se parte dal Nord, ma sopratutto è terribile il pensiero dell'ignoto che attende queste creature, ignoto che di certo non è il paradiso terrestre. Possibile che coloro che organizzano questi carichi, chiesi professano animalisti, non abbiano questi dubbi, possibile che vogliano per forza credere che il mondo che attende queste creature sia migliore oltre frontiera? Non posso non pensare alla risposta che mi ha dato una persona che stimo molto in quanto so per certo essere leale e onesta, quando cercando di convincerla che non era possibile trovare adozione in Germania ad un vecchio cane proveniente da un canile italiano e che in mancanza di adozione sarebbe stato poi soppresso, candidamente disse che ..."se un cane vecchio, senza speranza di adozione nella sua zona, viene portato in un altro luogo, curato, sfamato con cose buone, accarezzato, fosse anche solo per una decina di volte, e poi soppresso perchè non adottato, penso che sia sempre meglio che sopravvivere rinchiuso e nell'indifferenza, al solo scopo di far guadagnare soldi ad un pezzo di m... italiano".  A questo punto mi è sembrato inutile parlare dell'argomento vivisezione perchè so che non avrebbe capito.  E questa è una brava persona che stimo, che ama gli animali perchè non farebbe male ad una mosca, ma quelli che si professano animalisti, come fanno a togliersi la benda che tengono sugli occhi solo per fare una foto al disgraziato di turno per spedirlo lontano?
C'è poi un'altra realtà che suscita apprensione: ma tutte queste benemerite associazioni germaniche che hanno rifugi nel nostro paese e che spesso, su raccomandazioni "animaliste" accolgono cani provenienti da canili lager, sono anche loro fonte di cani da esportazione? Il web è pieno di richieste di "padrini di volo" per accompagnare a destinazione la "merce italiana" nella loro patria di origine. La ASL controllerà che i cani da loro accolti siano chippati?
Un'ultima considerazione sul sequestro: Il brutto è anche che ogni volta che un carico viene sequestrato poi non è dato conoscere il destino degli sfortunati cagnolini.  Come nel caso accaduto due anni fà riportato da Enrica:  che fine hanno fatto i 100 cani sequestrati in quell'occasione? 
Lucia

 
da Giorgia da Civitanova Marche (MC):
 
 
per i nuovi iscritti", Enrica, e soprattutto per tutti coloro che, dalle loro belle e comode poltrone assistono al continuo traffico di creature innocenti. Che vengano da altri Paesi o che in essi siano trasferiti non ha più importanza: quello che colpisce e che rende amara la realtà è il fatto che tutti sanno, tutti denunciano ma in effetti nulla cambia: protetetti e protettori, questa è la Legge che conta e non chiediamoci più se quanto iscritto in una stanza di un tribunale, alla bella vista di ognuno possa corrispondere a verità. l'unica verità è che la Giustizia non esiste, o per lo meno viene applicata con misure diverse a seconda delle origini dell'imputato e del denunciante. Certo, a volte un vecchietto che non rifornisce di acqua pulita la ciotola del proprio cane, può essere anche condannato, come anche chi, in possesso di una cucciolata, prima di dichiararne il possesso, preferisce rinchiuderla in un cartone e depositarla all'ingresso o nei paraggi di un canile. Ma tutti gli altri? tutti coloro che volenti o nolenti muovono le file di un traffico senza confini che fine mai fanno? Che fine mai fa far loro la "Giustizia" tanto decantata: di chi mai è la voce che da un telefono privato e conosciuto da pochi impartisce quell'ordine : "lasciate stare" e di chi mai è la voce di che, sempre da un telefono privato e conosciuto da pochi impartisce l'ordine: " procedete".
Giorgia, Civitanova M.
 

da Roberta da Roma:


I mezzi di trasporto greci non sono il massimo del comfort. Un volontario ha visto animali da macello viaggiare per ore caduti in buchi con le zampe all'insù...Se la Grecia fa parte dell'Europa dovrebbe adeguare le sue carrette del mare e gli altri mezzi di trasporto con un minimo di sicurezza e standard sia per gli umani sia per gli animali verso i quali non ci sembra  abbia attenzione. Poi dicono che i cittadini non sono interessati all'Europa, perchè i politici sì? Ci vuole tanto a fare leggi a tutela di queste creature? Se ne fregano tutti.


da Anna da Ozegna (TO):
 

Anche nel 2006, è stato fermato un carico, sempre proveniente dalla Grecia, e fermato prima del Brennero.
Ora uno di quei dolci pelosoni vive a casa mia, felice, coccolato e vivo.
Mi auguro che anche questi ultimi arrivi trovino serenità in una famiglia.
Anna & c. (Ozegna-to)

 
da Enrica da Cremona:
 
 
Una info di poche righe che racchiude un grande dramma fatto di viaggi allucinanti, ore lunghe come secoli, dove povere creature sono prigioniere di camion in cui manca l'aria. Dove non esistono fermate per poter camminare, mangiare o bere. Cani che dovrebbero andare in casa.......ma 8 di loro sono morti....per asfissia.
Domandiamocelo davvero come mai dei cani destinati a "brave" famiglie tedesche sono costretti a viaggiare in situazioni da incubo fino a morirne. Vogliamo credere a questo idilliaco epilogo, oppure provare a riflettere?
Due anni fa sempre ad Ancona fu fermato un altro carico di disgraziati sempre proveniente dalla Grecia e sempre assurdamente desinati a privati tedeschi.
Rinfreschiamo la memoria a chi ne era al corrente. Per i nuovi iscritti un invito a visionare la cronaca di quel periodo.
Negli articoli si fa riferimento ad un ben più devastante destino chiamato sperimentazione...
 
 
Naturalmente non poteva mancare la sviolinata patetica dei bambini in lacrime che stanno aspettando i cani fermati ad Ancona.....i tedeschi conoscono il vergognoso buonismo italiano e sanno approfittare di questo lato sdolcinato del nostro Bel Paese...
 
Ed ora torniamo all'articolo di oggi siete sempre del parere che i cani fermati ad Ancona OGGI siano bestiole destinate al paradiso terrestre?????
Enrica

 

pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento