Nicole

 

Le auto sfrecciano veloci sulla statale noncuranti di ciò che potrebbero incontrare sulla loro corsa. Non c'è tempo per pensare o fermarsi ad osservare quel fagottino che arranca sul ciglio trafficato e che cerca di evitare le ruote che lo sfiorano mortalmente. Ogni tanto l'esserino si ferma per prendere fiato guardando smarrito i fari delle auto: un grido d'aiuto che nessuno ascolta. La piccola cosa si trascina ormai allo stremo delle forze. E' stanco, ferito, smarrito e disperato. Solo, ai margini di uno stradone rombante, nell'aria spostata dalle vetture, in balia di qualcosa che è più grande di lui. Si siede nell'erba secca, vicino al guard rail: la lingua penzoloni, il pelo annodato, intriso di sangue e foglie secche. Occhi indifferenti accennano uno sguardo e proseguono la corsa: non c'è tempo per un cagnolino che agonizza sull'asfalto. Prima o poi la morte avrà pietà e si occuperà di lui. Ma il destino ha in serbo qualcosa di diverso per il piccolo fagottino dimenticato come un sacchetto di immondizia: un'auto rallenta e accosta a pochi metri da lui. L'uomo si avvicina e si china sopra la bestiola. Prende mano al cellulare e compone un numero. Minuti che sembrano ore, poi il piccolo esserino viene caricato in auto e portato al canile più vicino. Ma il suo stato di salute appare immediatamente grave: la bestiola ha subito un investimento, è malconcia, indebolita e respira a fatica. Viene dirottato immediatamente alla clinica veterinaria per le prime cure. Si scopre così che il cagnolino è una signorina.  Una yorky coperta di piaghe,con gli occhi inzaccherati dal pelo così annodato da averle coperto in modo quasi completo la vista. La schiena risulta essere spezzata da poco, probabilmente un'auto, una delle tante che non si ferma certo per evitare un cane sulla strada. Le condizioni sono gravi, ma si tenta lo stesso un piccolo miracolo. Viene ripulita dalla massa di pelo ingarbugliato che lascia intravedere una spiacevole sorpresa. Una grossa piaga sull'anca destra, profonda e grande come un mandarino. Inoltre la vescica è compromessa: per urinare ha bisogno dello svuotamento manuale. I veterinari non mollano, tentano l'impossibile e per 10 giorni la piccola è curata nella clinica in cui è arrivata. In canile un cane in quelle condizioni ha poche speranze di farcela. Animali con simili lesioni hanno bisogno di cure costanti, di una famiglia che stia sempre accanto a loro. Hanno bisogno di un amore un po' speciale che pochi umani si sentono in grado di offrire. Ora Nicole è al sicuro: la sua salute è fragile, ma anche noi non vogliamo mollare e pretendiamo che almeno lei possa avere ancora un futuro meno crudo e spaventoso del suo passato.

 

Ricordo il tuo sguardo incrociare il mio...
Ricordo la gioia per una carezza che aspettavo invano...
Ricordo la tua indifferenza, le mie paure, la tua ostilità...
Ricordo le mie urla soffocate e il mio dolore ignorato...
Ricordo quella strada dove tu mi hai abbandonata...
Ricordo quell'auto che mi ha sbattuta sull'asfalto...
Ricordo due mani pietose e la mia rassegnazione...
Ricordo quando ancora potevo correre...
Io ricordo.... e tu?
Non so se vedrai questa pagina ed incontrerai i miei occhi...
Non so se ancora ti ricorderai di me e del male che mi hai fatto...
La mia vita è una condanna. Perchè?
Anche un cane piange sai?

L'immagine non lascia spazio a commenti

L'immagine non lascia spazio a commenti

L'immagine non lascia spazio a commenti

Nella dimostrazione della sua grande dignità, la vergogna di mostrarsi

Ricordi....rassegnazione

Piccola, fragile, indifesa...

La paura stampata nel suo sguardo

AIUTIAMO NICOLE
 
conto corrente bancario n. 2002
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 
Credito Artigiano AG. 9 Milano
IBAN IT68R0351201612000000002002
 
**********
 
conto corrente postale n.36337558
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 

 IBAN  IT62T0760111400000036337558
 Via Belvedere 27 - 26029 Soncino (CR)

 


 

Questa pagina dedicata a Nicole verrà periodicamente aggiornata al fine di informare chi si è preso a cuore la storia di questa piccola sfortunata di tutti i progressi e notiziare sul suo stato di salute.

Grazie a chi vorrà aiutarci ad aiutare Nicole anche nel tempo perchè avrà necessità di periodiche cure.

DIFFONDETE QUESTA PAGINA

VITTIMA DELLA CRUDELTA' UMANA ORA NICOLE APPARTIENE A TUTTI

 

 

aggiornamenti

8 novembre 2008

 
Le giornate di Nicole sono scandite da rigorosi momenti di cure scrupolose, poichè il corpo minuto porta ferite di un passato a noi sconosciuto, ma di certo crudele.
Nicole ancora ha molta paura. Ci sono oggetti che le incutono terrore, come la scopa e lo spazzolone.Nicole è dolce, affettuosa e indifesa, ma il suo sguardo è ancora appannato da tristi ricordi. Ci sono ferite che non possono guarire in modo definitivo: quelle dello spirito a volte sanguinano per il resto della vita.
Almeno tre volte al giorno deve essere aiutata  manualmente nello svuotamento della vescica, poichè da sola non potrebbe farlo. Anche con l'intestino ci sono un po' di difficoltà. La lesione spinale è stata devastante, oltre a portarle via l'uso degli arti posteriori, le ha tolto la possibilità di fare i suoi bisogni in modo autonomo. Poi c'è quella piaga profonda come una voragine sulla coscia destra, da pulire e disinfettare ad ogni cambio del pannolino. Nicole non protesta, si lascia fare ogni cosa con pazienza senza mai ribellarsi. Ci sono poi le medicine da prendere: antibiotici, antidolorifici, pastiglie e pastigliette che vanno somministrate a orari prestabiliti.  Ma la sua voglia di vivere è ancora accesa: Il carrellino per la piccola sarebbe davvero un grande aiuto al suo handicap.
 
Chi è morto spiritualmente ha l’occhio atrofizzato e non vede più intorno gli Angeli. E tuttavia gli Angeli non ci abbandonano, nemmeno quando sono da noi abbandonati.
Giuseppe De Luca
 

 
21 novembre 2008

 
Nicole è stata operata.
La piometra le provocava forti fuoriuscite di pus. Oltre il danno anche la beffa........dopo l'abbandono e la paralisi agli arti posteriori, mancava un intervento operatorio......
Lentamente sta riprendendosi. Ha sopportato bene l'anestesia e tra una decina di giorni le verranno tolti i punti di sutura.
In attesa del sospirato carrellino, la piccola si muove con un'imbragatura che sostiene le zampette dietro.
Per Nicole la vista di questo oggetto ha il significato del guinzaglio per la passeggiata e quando lo vede abbaia gioiosa come tutti i cani quando si apprestano ad uscire per fare un giretto.
Il buco all'anca si sta piano piano richiudendo, ma sono necessarie almeno tre terapie giornaliere.
E' un angelo............nonostante tutto ciò che sta sopportando ha ancora fiducia nell'uomo.

 

8 dicembre 2008
 
In attesa del tanto sospirato carrellino che la ditta ha affermato, dovrebbe arrivare in settimana, vi riportiamo alcuni aggiornamenti della piccola Nicole.
Come potete vedere dalle foto il buco è scomparso: rimane solo un forellino che ormai non desta più alcun problema. La piccola dopo l'intervento di sterilizzazione, (ed anche di pulizia dei denti, visto che aveva la bocca conciatissima) si è ripresa bene. Mangia con appetito e partecipa al quotidiano con la stessa voglia di vivere di ogni altro cagnolino. Le cure sono incessanti e sempre tempestive: ricordiamo che Nicole deve essere aiutata nello svuotamento della vescica ed è molto delicata anche nell'intestino. Basta un poco di freddo e subito si passa alla diarrea con conseguente infiammazione del sederino.
Va cambiata molto spesso, più di quattro volte al giorno e bisogna essere sempre pronti a lavarla appena si scarica. I pannolini ormai non si contano più.....Le stiamo curando anche un fungo della pelle che ha sotto il collo e sulla schiena e la cheratite secca con lacrime artificiali.
Nicole è dolcissima e molto buona: si lascia fare ogni cosa senza protestare. Vorremo ricordare che questa meravigliosa creatura appartiene un po' a tutti voi, che grazie al vostro aiuto ci avete dato la possibilità di salvare da morte certa. Il suo stato iniziale non le avrebbe mai dato alcuna possibilità di farcela e questo è bene che lo sappiate. Anche i vet avevano fatto una scommessa sulla sua vita e sono rimasti impressionati dal recupero e dalla voglia di vivere che Nicole dimostra ogni giorno. Ora attendiamo con impazienza di vederla correre sul carrellino assieme agli altri cani. Un grazie di cuore a tutti voi per il meraviglioso regalo di natale che state donando alla nostra e soprattutto vostra piccola beniamina.
Non dimenticatevi di Nicole!!!
 
 

 

9 dicembre 2008

OGGI E' ARRIVATO IL CARRELLINO



Finalmente è arrivato il carrellino!
Il primo approccio di Nicole è stato positivo: la piccola, una volta sistemata sul carrellino ha cominciato a muoversi in modo quasi naturale, felice di sentirsi come tutti gli altri cani che le stavano attorno. Non ha iniziato a camminare, ma si è messa quasi a correre. Vi giriamo alcune foto di questo pomeriggio, nelle quali potete vedere Nicole mentre si accinge ad esplorare il mondo in modo autonomo. Dopo quasi un'ora di corse e annusamenti vari, era stravolta e si è letteralmente tuffata nella prima cuccia che ha trovato. Uno sbadiglio di felice stanchezza immortalato dall'obiettivo, vi fa capire quanto deve essere stato piacevole quel momento che da più di un mese ormai non aveva potuto assaporare.
Il carrellino è stato costruito in base alle misure di Nicole con materiale di plastica leggera, molto stabile e con imbottiture per le zampette posteriori, nel collare e nel sottopancia. La ditta che costruisce questi ottimi oggetti per animali disabili è l'Aphamed http://www.alphamedsrl.it/riabilitazione-umana
Pubblichiamo anche alcune foto dei particolari del carrellino a cui si possono fare delle modifiche per la bilanciatura esatta sul corpo del cane.
Ora Nicole può tornare a correre.........può tornare a vivere....
Non ci stancheremo mai di ringraziare chi ha contribuito a questa rinascita. E' merito vostro della vostra sensibilità se ora la piccola ha recuperato vitalità. Nicole è parte di ognuno di voi. Non dimenticatela!
 

Nicole sul carrellino visibilmente magra, è costantemente sotto cura affinchè recuperi peso e forza

i primi passi....

la soddisfazione dopo la corsa

piccolo riposino

stanca...troppo stanca


beh!....non c'è dubbio è molto stanca

carrellino - istruzioni

carrellino

carrellino

 

22 dicembre 2008
 
Nicole finalmente, dopo molti giorni di pioggia e freddo, è uscita per una breve passeggiata a "sgranchirsi le zampe" con il suo carrellino. La piccola si sta riprendendo bene.
Ecco la nostra e la vostra beniamina immortalata mentre si muove curiosa ad ispezionare il nuovo mondo. Il suo sguardo è decisamente cambiato in questo periodo: gli occhi hanno una nuova luce. Attenta ad ogni cosa e un poco "abbaiona", dimostra sempre un carattere dolcissimo ed è alla continua ricerca di coccole. I problemi alla vescica e all'intestino sono sempre presenti. Le cure sono costanti e quotidiane, l'impegno non è per nulla indifferente.
Era destinata ad una morte atroce, ma ora può continuare a sperare. Godetevi queste immagini e la sua gioia.....

 

 

23 dicembre 2008
 
Oggi Nicole per la prima volta ha giocato con una pallina di gomma morbida a forma di topolino che suona quando viene schiacciata.
Abbiamo avuto la sensazione che fosse la prima volta che vedeva una cosa del genere. L'ha notata rotolare per caso e in un primo momento ne è rimasta quasi spaventata, poi si è avvicinata con fare guardingo pronta a fuggire se quella cosa strana avesse provato a muoversi. L'ha annusata e col muso ha cominciato a spingerla rimanendo esterrefatta dal fatto che la pallina rotolasse via. Per qualche minuto si è limitata ad andarle vicino e a spingerla, poi si è decisa a prenderla in bocca, ma nel momento che stringeva fra i denti il giochino, questo ha emesso un improvviso e forte suono. Nicole si è immediatamente spaventata, ha lasciato l'oggetto ed è fuggita nella sua cuccia. Pur rimanendo in stato di massima allerta, con le orecchie dritte e il corpo teso, era combattuta dal fatto di conoscere più da vicino il misterioso aggeggio. Fattasi nuovamente coraggio, è ritornata sul "luogo del delitto"
Questa volta la piccola ha afferrato la pallina con i denti e dopo essersi assicurata che non c'era nulla di pericoloso se l'è portata nella cuccia. E' iniziata allora una sorta di danza, nella quale la cagnolina mordicchiava divertita la pallina, strusciandosi col muso, rotolandosi nella cuccia mentre con le zampine spostava il gioco da una parte all'altra del giaciglio. Nella foga, anche il pannolino è venuto via...sembrava un'anguilla, felice di questa nuova scoperta. Dopo varie rotolate e annusamenti, si è addormentata, come succede ai bambini quando sono stanchi. L'abbiamo immortalata mentre riprendeva le forze dopo minuti di "lotta" con l'acerrimo nemico di gomma, che potete vedere accanto a lei.
La piccola decisamente ha raggiunto un altro traguardo: quello della voglia di giocare, cosa che di certo nella sua vita le è sempre mancata.
 
I cani non mentono su ciò che provano, perché non possono mentire sulle emozioni. Nessuno ha mai visto un cane triste che fingesse di essere felice...” 
"J. Masson"
 

buon riposo piccolina...

...dolci sogni

 

 

30 dicembre 2008
 
In questi giorni la piccola Nicole ha definitivamente scoperto il gioco. Passa molto tempo a raccogliere i pupazzetti di gomma che si porta diligentemente nella sua cuccia e con altrettanto solerzia li distrugge tutti, riducendoli a brandelli.
La pallina a forma di topo (la sua prima scoperta) è esente dal massacro. Ogni tanto la piglia in bocca e se la porta in giro per poi riporla nella cuccia cercando di nasconderla alla meglio, quasi avesse paura che qualcuno gliela rubi.
Abbiamo provato a darle un bastoncino da rosicchiare e come potete vedere dalle foto, Nicole in un primo momento lo ha annusato, poi lo ha preso in bocca e ha cominciato un giro quasi maniacale negli ambienti, alla ricerca di un posto sicuro dove nasconderlo. Alla fine vi possiamo assicurare che non siamo più riusciti a trovarlo.
La piccola ora è allegra e vivace: mangia sempre con appetito e si muove con disinvoltura con il suo carrellino: non vediamo l'ora che arrivi un tempo più clemente per portarla a fare una passeggiata come si deve.
La sua gioia è anche la nostra; è sempre molto impegnativo seguire questa splendida cagnolina, ma la nuova luce che brilla ora nei suoi occhietti tondi, ci ripaga di tutto.
Una bestiola che doveva morire....condannata ad un destino terribile ed ora è la vita in tutto il suo splendore: la dignità che ogni giorno mostra nell'affrontare i suoi piccoli problemi (intestino e vescica che devono essere sempre aiutati nello svuotamento, pulizia, ginnastica alle zampine) fa vergognare la nostra specie. Mai un lamento, mai una protesta. Grazie a tutti voi che contribuite e sostenete questo grande miracolo chiamato Nicole.

 

e dopo aver massacrato il giochetto

mi rifaccio con l'ossetto

 

 

11 gennaio 2009
 
In tanti chiedono notizie di Nicole, la nostra dolcissima cagnolina disabile che grazie al vostro aiuto ha ritrovato una nuova vita. Siamo davvero felici che continuate a chiedere sue notizie, vogliamo allietarvi con alcune foto in cui potete vedere tutta la gioia e serenità che avete donato ad una bestiola condannata a morire...
Nicole ormai si muove con disinvoltura nel suo carrellino: le giornate sono ancora gelide per poterla fare uscire e rischiare che il suo già fragile intestino, possa essere compromesso da un colpo di freddo. Il suo equilibrio è sempre sotto costante controllo. Nicole deve seguire una dieta molto rigida, poichè è predisposta a coliche intestinali. Basta un nulla e il suo sederino che ormai ha cancellato il grosso buco che aveva, torni ad arrossarsi e lacerarsi. Per questo il cambio dei pannolini è frequente e non deve essere mai trascurato. Così come non bisogna dimenticarsi di svuotarle la vescica tre volte al giorno e tenerle gli occhietti puliti somministrandole lacrime artificiali. Ma la sua felicità ci ripaga di tutto: guardate con quanta grinta porta in giro un osso di pezza più grande della sua bocca. Ora la piccola ama molto spostare le palline e i giochini di gomma da un posto all'altro: lo fa con molta attenzione e si accorge immediatamente se uno dei suoi giochi viene a mancare. Allora si mette a cercarlo fino a quando non lo trova.
Spesso guardando questa creatura, il nostro pensiero corre ai tanti animali sfortunati che vorrebbero vivere, ma sono costretti a morire per colpa di umani cinici che credono di vedere nella soppressione di una bestiola ferita, l'unica alternativa possibile. Vorremmo che Nicole fosse l'esempio da seguire per tutte quelle persone che davanti ad una tragedia simile non vogliono credere, o forse è meglio dire, non gliene frega niente di credere, che una vita in tutte le sue forme, va sempre e comunque tutelata.
Grazie a tutti e non dimenticatevi di Nicole se sul vostro cammino incontrerete qualcuno che vi dice:- meglio sopprimerlo....per il suo bene.......!!!!! -
 

 

 

28 febbraio 2009
 
Ecco finalmente la piccola Nicole a passeggio nel prato, alla sua prima uscita dopo il freddo di tutti questi mesi. La piccola, è molto delicata, necessita di attenzioni e cure costanti. Oggi grazie alla giornata abbastanza soleggiata ha potuto assaporare l'aria frizzantina e tastare la prima erba novella del prato.
Tutta intenta ad osservare ciò la circonda, ad ascoltare le voci degli altri cani che abbaiavano e poi fiondarsi nella sua cestina per un meritato sonnellino, in mezzo a tutti i suoi giochini, che sono solo suoi e nessuno può permettersi di toccarli!!!!
Vorremmo ricordare a tutti quelli che si sono presi a cuore la storia di Nicole, sperando con noi, il grande dono che le abbiamo donato. La sua vita è tornata a sorriderle, nonostante i traumi subiti....nonostante la tragedia che l'ha colpita, lasciandola agonizzante sul ciglio di una strada trafficata. Se non fosse stato anche per voi, ora lei non esisterebbe più. Non dimenticatevi di Nicole e del suo grande amore per la vita.
Nel frattempo ci stiamo occupando di altre piccole creature disastrate. Solo pochi giorni fa abbiamo sostenuto notevoli spese per Show un vecchio regalo ormai inutilizzabile.
Non dimenticateci!!!

 

 
conto corrente bancario n. 2002
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 
Credito Artigiano AG. 9 Milano
IBAN IT68R0351201612000000002002
 
**********
 
conto corrente postale n.36337558
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 

 IBAN  IT62T0760111400000036337558
 Via Belvedere 27 - 26029 Soncino (CR)

 

 

18 maggio 2009
 
Ricordate Nicole?
Vi riportiamo più sotto l'ultima foto scattata sabato in compagnia dei suoi amichetti. E' una gioia vederla giocare e correre felice sul suo carrellino. A volte pensiamo se fosse finita tra le mani degli staffettari, quale destino avrebbe potuto avere nelle condizioni in cui si trova.
E' stato un grande sacrificio riabilitarla alla vita dopo i suoi terribili trascorsi, grazie anche a chi ci ha dato una mano a suo tempo.
Nicole però non deve essere dimenticata, ha sempre necessità di cure come i tanti altri animali di cui ci stiamo occupando.
Vi ricordiamo che anche un'adozione a distanza ci può sollevare dalle forti spese che sosteniamo.

 

 

conto corrente bancario n. 2002
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 
Credito Artigiano AG. 9 Milano
IBAN IT68R0351201612000000002002
 
**********
 
conto corrente postale n.36337558
intestato a "GRUPPO BAIRO Onlus" 

 IBAN  IT62T0760111400000036337558
 Via Belvedere 27 - 26029 Soncino (CR)
 

 

 

pagina iniziale bairos@tin.it



©1999-2008 - Bairo tutti i diritti riservati