Fiesta...

Ciò che resta di una festa barbara e indegna, in cui gli animali vengono torturati fino alla morte. Davanti a questi crimini nessuno grida "basta". Nessuno pensa al terribile dolore provato da spiriti martoriati, costretti a far divertire esseri definiti intelligenti. Ma quale intelligenza può esserci nel godere della morte spietata di un povero toro nato per vivere libero, finito come ferro vecchio dopo giornate estenuanti, fatte di botte, calci, grida, dolore e...morte?

«Il mondo non è una cosa e gli animali non sono prodotti a nostro uso e consumo. Non dobbiamo agli animali la misericordia, bensì giustizia.»
Arthur Schopenhauer (1788-1869), filosofo tedesco:

 

 


 

 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue