Non chiamatela vita!!!
 
Giorni uguali agli altri, dove la sofferenza, il terrore e la solitudine sono gli unici compagni di queste misere creature. Costretti in luoghi in cui nessun essere dovrebbe mai stare, immersi nell'indifferenza di chi li usa come strumenti di lavoro. Non hanno mai conosciuto l'odore dei prati, il calore del sole e la dolcezza di una carezza. Tra le sbarre delle loro orride prigioni cercano almeno un contatto......una richiesta d'aiuto che nessuno ascolta. Corpi devastati da immani torture, ancora e ancora, fino alla morte.
Chiamatela con tutti i termini che volete, ma non dite che questa Ŕ vita........
 
Vuoi essere simile alla natura degli dei?
Sii misericordioso con gli animali: la dolce misericordia Ŕ il vero segno della nobiltÓ.
- William Shakespeare
 
 

 

 

 

 

 
 

pagina iniziale

bairos@tin.it

segue