il cane senza volto
Vigliacca e bastarda come sempre la nostra specie.
Arrivare a produrre simili efferatezze con un cinico piacere senza pensare minimamente all'orrore del gesto criminale e poi, chissą, andare al bar e ridere con gli amici continuando la vita di sempre, come se niente fosse mai accaduto. Eppure un'esistenza č stata distrutta con un gesto durato pochi attimi. Nulla di pił schifoso, meschino, volgare e bestiale esiste a questo mondo, dopo l'Uomo.
 
 
 Ci si dice che noi umani siamo capaci di conoscere praticamente qualsiasi cosa vogliamo conoscere - eccetto come ci si sente ad essere nostre vittime.
- Dr. Karen Davis, "La retorica apologetica nei Diritti Animali: alcuni punti da considerare"

(immagini di un cane dal volto devastato da una scarica di pallini per mano di un lurido umano in Sardegna)
 

 

 

 

 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue