Un demone chiamato uomo

Nessun demone può immaginare orrori più efferati e sanguinari di quelli compiuti da mano umana. Il tradimento di un'amicizia secolare che vuole il cane essere il miglior amico dell'Uomo. Le immagini non hanno bisogno di commenti. Ridurre il proprio amico  a poltiglia di carne per denaro è un gesto spregevole e vigliacco, che diventa obbrobrio se a compierlo è un essere che asserisce di possedere un'anima.

 

 
"Il cane resta accanto al padrone nella prosperità e nella povertà, nella salute e nella malattia. pur di stare al suo fianco dorme sul terreno gelido, quando soffiano i venti invernali e cade la neve. Bacia la mano che non ha cibo da offrirgli, lecca le ferite e le piaghe conciate dallo scontro con la rudezza del mondo. Veglia sul sonno di un povero come se fosse un principe"
(G.G. Vest)
 
 

 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue