la bestialità degli uomini

La testa mozzata di un cane nelle strade di Manfredonia, in provincia di Foggia. Uno spettacolo terribile, vergognoso, spregevole che dimostra, se ancora si avessero dubbi, di quanta bestialità si cela in taluni esseri chiamati "umani". Ciò che resta di un randagio. Uno dei tanti che vagano nelle strade della nostra Bella Italia, Paese del sole e della gente cordiale. L'ennesimo cane tradito, la cui unica colpa è stata quella di fidarsi ancora dell'Uomo, forse per fame o forse per troppo amore.

"Posso solo dire di essermi vergognato di appartenere allo stesso genere che ospita individui capaci di simili gratuite efferatezze che nessun animale, ne sono certo, sarebbe capace di compiere."
Nessun animale uccide per divertimento. Nessuno eccetto uno: quello che si dice dotato di intelligenza, colui che dovrebbe avere cura degli indifesi e conoscere il significato della parola pietà. Una creatura che, al contrario, cela nell'animo la mostruosità della follia che calpesta vigliaccamente la vita dei più deboli. 

 

 Due cose mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini. (Tristan Bernard)

 

 

 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue