Dalla Mailing list di Bairo - maggio 2003

La sua estate

Non è vero che le stagioni sono quattro. Ve ne è una quinta a cui nessuno pensa, ma che ogni anno ritorna puntuale, e come ogni anno si porta via le vittime dell'ignoranza e della vigliaccheria umana. E' la sua estate, fatta di sole cocente, strade bollenti, gabbie grigie, bocconi avvelenati. E' la stagione in cui il miglior amico dell'uomo viene dimenticato, abbandonato e ammazzato. Nessuna pietà per il suo smarrimento e la sua paura. Nessuna risposta allo sguardo interrogativo che osserva disperato l'auto del suo padrone allontanarsi e sparire dietro la curva. Eppure sembrava amore, quando da piccolo si aggirava fra le mura domestiche. Sembrava amore anche gli anni trascorsi nella serenità di una famiglia......almeno fino a oggi. Poi cosa è successo? Troppo vecchio? Troppo noioso? Troppo grande?
Eppure i suoi occhi sono sempre gli stessi, i suoi latrati di gioia hanno solo cambiato nota nella crescita, e la sua adorazione è divenuta col tempo sempre più grande. Dove ha sbagliato?
Trascinandosi per le strade come un mendicante si domanderà:- Perchè? Cosa ho fatto per meritarmi questo?-
E dietro le sbarre di una immeritata prigione scruterà lontano con la speranza di vedere, fra i tanti volti, quello amato da sempre.
La sua estate durerà fino alla morte. Per i più fortunati questa stagione finirà sotto le ruote delle auto in corsa verso le vacanze. Ma per i molti, troppi, sarà solo l'inizio di un lungo inferno..............

http://www.animalsvoice.com/PAGES/archive/compani.html

 

 

 


 


 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue