Dalla Mailing list di Bairo - giugno 2003

Viaggi della morte

In un video sui trasporti di animali verso il mattatoio ho visto un cavallo che aveva la zampa incastrata fra le sbarre di un camion. Gliel'hanno spezzata e poi lo hanno fatto scendere.
Un vitellino di poche settimane non riusciva a salire su un carrello che lo avrebbe portato dal camion al luogo dove sarebbe stato ammazzato: a forza di calci si è arrampicato faticosamente e mentre il carrello partiva, il povero piccolo è scivolato giù per metà ed è stato trascinato in quel modo per parecchi metri.
Un vitello agonizzava nel camion con le zampe sanguinanti che fuoriuscivano dalle inferiate del camion. Aveva gli occhi sbarrati e la lingua penzoloni, mentre i suoi compagni lo stavano calpestando. Nessuno è intervenuto a prestare aiuto.
Sono solo alcune delle condizioni in cui sono costretti a viaggiare poveri animali per raggiungere la loro destinazione finale. Queste foto possono dare una minima un'idea di ciò che ho appena descritto. Aggiungete la mancanza di cibo, acqua e tanta paura. Una miscela di orrore e crudeltà da rendere l'essere umano davvero orgoglioso di sè.
 
 


 

 

 


pagina iniziale

bairos@tin.it

segue