GIORNALE DELL'UMBRIA
13 GIUGNO 2009
 
Il Sindaco risponde alle polemiche sull'affidamento ai tedeschi
Canile, nessuna decisione.
 
Assisi (PG) - Continua a far discutere l'affidamento della gestione del canile di Ponte Rosso all'associazione tedesca Pro Animale. Una decisione che, almeno per il momento non ha nulla di definito, secondo quanto afferma il sindaco di Assi Claudio Ricci. - Per la gestione l'amministrazione - afferma il sindaco in una sua nota - sta valutando la soluzione e, quindi, gli allarmismi preventivi sono ingiustificati (anche perchè i gestori comunque, dovranno dimostrare di avere i titoli richiesti dalla legge) - La paura è stata sollevata per una serie di motivi. Il primo è dettato dalla legislazione in materia che prevede l'affidamento del canile ad un'associazione che non risulterebbe iscritta nel registro regionale delle associazioni che possono operare in Umbria. Inoltre è fitto il legame dell'associazione con la Germania e, secondo l'Enpa nazionale, alcuni animali da Ponte Rosso potrebbero essere trasferiti in altri canili tedeschi per essere successivamente affidati a persone del posto. Non solo. Sempre secondo l'Enpa starebbero per partire 40 cani mentre la normativa europea prevede che i cani che escono da un Paese devono essere intestati ad una persona e che debbano avere un passaporto. Inoltre si può iscrivere solo un massimo di 5 cani alla stessa persona. A parte questo, il problema maggiore è la mancanza di certezza sul destino dei cani una volta arrivati in Germania, visto che è difficile controllare lo stato dell'adozione, come previsto da una circolare del ministro della Sanità. Intanto, ha rassicurato il sindaco, stanno andando avanti i lavori per ultimare il canile e per renderlo sempre più accogliente.
 
 
VERSIONE INGLESE
GIORNALE DELL'UMBRIA (Local newspaper)
June,the13rd  2009
 
The mayor answers to the polemics of the commitment to the German
Kennel, no decision.
 
Assisi (PG) - The commitment of the administration of the kennel of Ponte Rosso  to the German association Pro Animale keeps on making people discuss. A decision that, now at least,has nothing defined ,according to what Claudio Ricci , Mayor of Assisi states . - For the management,-the Mayor states in his note -the Administration is evaluating the solution and so, alarmism  in prevention ,are  unjustified (also because the directors will have to demonstrate anyway  to possess the titles  requested by Law ) - The fear has been arisen because of many reasons . The first one has been dictated by the legislation in this matter which contemplate the commitment of the kennel to an association which results  to be not  registered in the regional registry  of the associations which  can  operate in Umbria. Furthermore there's a strict  connection between the association and Germany and,according to the National section of ENPA ,some animals could be moved from Ponte Rosso to other German Kennels to be entrusted to local people afterward. Not only. Still according to Enpa 40 dogs should be to be sent  whereas the European regulations contemplate that dogs who go out from a country must be registered to a person and that they must posses a passport . Furthermore it's possible to register to the same  person a maximum of five dogs .Beyond that,the biggest issue is the absence of certainty about the dewstiny of the dogs once they have been arrived in Germany, considering that it is difficult to check out the state of the adoption ,as it is contemplated in a circular by the Minister of Health .in the meanwhile,the Mayor has reassured, the works are going on to complete the kennel in order to make it cozier and cozier.


*************************************************************************


 
CORRIERE DELL'UMBRIA
13 GIUGNO 2009
 
Ricci rassicura sul futuro della struttura di Ponte Rosso
Massima attenzione sui gestori del canile
 
Assisi (PG) - Canile di Assisi, il Comune rassicura: dopo i "rilievi" dell'Enpa relativamente alla proposta da parte della Pro Animale per la gestione della struttura (al servizio dei comuni di Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica) "l'amministrazione comunale - scrive il sindaco Ricci - sta valutando le diverse possibilità, ricordando che i potenziali soggetti gestori devono dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti dalle specifiche normative". Il primo cittadino coglie anche l'occasione per annunciare che i lavori della struttura "termineranno entro l'estate: l'intervento, una volta terminato, includerà un reparto medico e un'area personale di servizio, una zona isolamento cani, un reparto permanenza, un'area "cani morsicatori" spazi verdi-parcheggi e aree di addestramento per un complessivo massimo di 108 cani, con tutte la strutture precarie rimosse e riqualificate".La struttura - vicino alla quale è in programma un parco urbano e percorsi di utilità sia per i residenti che per i turisti - favorirà l'afflusso di visitatori anche per facilitare l'adozione degli animali. Insomma, lavori al canile come in tutto il territorio, in cui sono aperti tutti i cantieri relativi alla riqualificazione delle piazze di Rivotorto, Tordandrea, Castenuovo e Petrignano, per un totale di oltre 1 milione di euro, con un secondo stralcio, un altro milione circa, per le altre frazioni e il proseguo dei lavori in atto. - L'obiettivo - sottolinea Ricci - è valorizzare le piazze e i centri socio culturali anche per servizi. Peraltro a Tordandrea nei prossimi giorni inizieranno i lavori di asfaltatura e sistemazione generale della strada in prossimità della zona Pro Loco al servizio di un'area importante del paese, un'opera sostenuta dal consigliere Walter Almaviva. -


 

VERSIONE INGLESE
 
 
CORRIERE DELL'UMBRIA (Local Newspaper)
June,the13rd  2009
 
Ricci reassure in the future of the Structure of Ponte Rosso
 Highest attention on the  administrators of the kennel
 
Assisi (PG) - Kennel  of Assisi, the Municipality reassures : after the "remarks" by Enpa concerning the proposal made by the Pro Animale for the administration of the structure (in service for the municipalities of Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica) "the Municipal administration - The mayor,Ricci,writes -is evaluating several possibilities , having in mind that the potential administrators have to demonstrate to posses all the requirements from specific set of rules". The Fist Citizen takes also the chance to announce that the works for the structure" are going to be ended up within the summer :once ultimated,the operation will include a medical unit and an area for the personnel in charge ,an isolation zone for dogs, a unit  for the permanency ,an area for "dogs that bite" green areas -park and training areas for a total number of maximum  108 dogs, with the removal and requalification of the precarious structures".The structure -near which a urban park  and utility walks are in program,for inhabitant and tourists- will encourage the inflow of visitors also to make easier the adoption of the animals. In conclusion the works in the kennels as in the whole territory , in which dockyard are open to requalify the squares of  Rivotorto, Tordandrea, Castenuovo and Petrignano, for a total amount  of more than 1 million of euros,with a second  extract ,about another million ,for the other littke towns and to keep on working what is in progress. - The goal -  Ricci marks - is to valorize the squares and social.cultural centers also for services.  Moreover in  Tordandrea during the next days the works of asphalt and general adjustment of the street will start up in the proximity of the Pro Loco zone at the service of an important area do the country,a work sustained by the counselor Walter Almaviva. -
 
 
 
COMMENTI IN MAILING LIST - GIUGNO 2009 -
 
 
da Sabrina da Giubiasco (Svizzera):
 
 
Leggo solo ora di questa cosa e ancora non capisco come facciano i teteski ad essere ovunque come un cancro che attacca cellule/canili fino ad arrivare a in pratica legittimare con la complicità dei politici locali, l'emorragia di cani che vengono deportati oltre frontiera...chi ci guadagna? e da quando in qua un problema di competenza comunale viene gestito da gente che con l'Italia c'entra con i cavoli a merenda?? ma sarà normale sta cosa? ma una cosa mi lascia senza parole:

i potenziali soggetti gestori devono dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti dalle specifiche normative
 
ecco con una frase simile il sindaco avrebbe già dovuto escluderli a priori i pretendenti esteri, o vuole farci credere che andrà personalmente in Germania a controllare che ci siano i requisiti dalle specifiche normative??? e quali normative?? quelle italiane o tedesche?? e nel caso in cui ci fossero dei contenziosi o delle infrazioni chi risponde all'Italia o alla Germania??
no. qua si tratta di buon senso e magari di non trattare gli animali come oggetti da spostare a piacimento, ma come esseri senzienti che meritano un'adozione seria e non l'essere buttati fuori dall'Italia come se questo problema non gli appartenesse... oppure semplicemente di approfittare di quello che sempre di più assomiglia ad un lucroso business... forse forse che a spostare il problema, anzichè risolverlo alla base ISTITUTENDO magari L'OBBLIGO DI STERILIZZAZIONE DI TUTTI I RANDAGI, ci si possa maggiormente mettere sugli allori e giustificare la mancata applicazione della legge...
poi vabbhè, evito di commentare il mondo zoofilo/animalista associativo italiano che si arrende davanti a questo andazzo invece che ribellarsi (Bairo assieme a pochi altri lo stanno facendo, ma tutti gli altri dove sono???), così come certi politici che si ergono a protettori degli animali quando la notizia fà scoop (vedi traffico cuccioli dall'est) e se ne stanno belli belli in silenzio davanti a questo sconcio.
Sab
 
 
da Roberta da Roma:

 
Meglio prevenire che curare. Anche a Roma c'è stata una certa agitazione per Villa Flora. Non abbiamo per fortuna aspiranti tedeschi, ma comunque il fatto che dopo un anno e più si viva di carità per il gattile comunale lascia da pensare.  Dopo un anno, con solerzia romana, si dice che ci sarà il bando europeo. L'impressione è che il sindaco stia riflettendo e che bene hanno fatto gli animalisti a muoversi. Quando l'opinione pubblica vigila è più difficile fare inciuci. Questo è quello che si deve fare. Sono soldi pubblici non degli amministratori che neanche parlano con noi.  Tante storie percorrono l'Italia, ognuno la racconta a suo modo, secondo i propri interessi. Ma un fondo certo è che i volontari continuano a soccorrere gli enti locali e le asl, criticati e perseguitati, considerati nababbi originali che non meritano nè stima, nè aiuto, tanto meno economico perchè sono volontari. Gradiremmo che anche gli amministratori per avere l'onore di servire il cittadino lo facessero gratuitamente per puro volontariato. 
 
 
pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento