IL RESTO DEL CARLINO
31 OTTOBRE 2009
 
L'Associazione ANTA nel mirino
Denunciato il canile degli orrori
Depositata in Procura la documentazione - Sevizie e maltrattamenti
 
San Elpidio a Mare (FM) - Dalle parole ai fatti. Dopo aver inviato una nutrita documentazione agli amministratori dei Comuni interessati dalla vicenda del canile Pluto House, segnalando le pessime condizioni in cui versano i cani ancora custoditi nella struttura (sotto sequestro dal marzo 2007) adesso gli animalisti hanno denunciato tramite l'avvocato Giulio Abbate, i maltrattamenti e le sevizie subiti dagli animali ancora ospitati in quel canile e avvenuti dopo il passaggio della gestione del canile all'associazione ANTA, sezione Civitanova. La denuncia Ŕ stata depositata nei giorni scorsi alla Procura di Fermo. Oltre ai maltrattamenti dei cani, sono stati denunciati anche altri fatti di una certa gravitÓ (di cui si riferiva anche nella documentazione giÓ inviata a sindaci e amministratori) come "gli interventi chirurgici effettuati a carico dei cani e dei gatti in strutture fatiscenti, abusando della professione di veterinario e senza gli strumenti e i medicinali idonei, che spesso avevano esito negativo fino a portare alla morte o all'abbattimento degli animali di cui poi si attestava la morte naturale" si legge in una nota diffusa dagli animalisti nella denuncia in cui si ipotizza anche il peculato a carico di qualche esponente di spicco dell'Anta. In attesa che il procedimento faccia il suo corso, sollecitati dagli animalisti del fermano, gli amministratori locali stanno prestando sempre maggiore attenzione a questa vicenda che, negli ultimi tempi era stata trascurata. La realizzazione da parte dell'Anta del canile comprensoriale a Montegranaro (inaugurato di recente, benchŔ ancora inagibile) e la firma di una convenzione tra l'Anta e i Comuni di Montegranaro, S. Elpidio e Monte Urano, sembrava dovesse mettere la parola fine al problema del randagismo in questa zona. I recenti sviluppi invece, gettano una luce nuova sulla vicenda egli amministratori vogliono capire che cosa sta succedendo.