IL RESTO DEL CARLINO
12 GIUGNO 2009
 
 

In gabbiette senza acqua né cibo
Trovati 34 cani, 8 erano già mort

Il Corpo forestale dello Stato ha scoperto il carico di meticci, tra uno e due anni, in un furgone proveninete da Patrasso, appena entrato nel porto del capoluogo marchigiano. Fermate e denunciate due persone

 

Al porto di Ancona, 8 sono morti
Nel furgone 34 cuccioli rinchiusi senza acqua e cibo
 
Ancona - Erano tenuti in gabbie ridotte, senza ricevere da bere e da mangiare. E viaggiavano su mezzi di trasporto "del tutto inadeguati": questa la condizione in cui erano tenuti 34 cani, in prevalenza meticci di età compresa tra uno e due anni, scoperti dal Corpo Forestale dello Stato di Ancona a bordo di un furgone sbarcato dal traghetto proveniente da Patrasso in Grecia, e appena entrato nel porto del capoluogo marchigiano. In seguito di una segnalazione della polizia di frontiera in servizio al porto di Ancona è stato fermato il furgone su cui erano trasportati illegalmente gli animali, otto dei quali già morti per la mancanza di aria e di cibo. Sequestrati gli altri 26 cani, che sono stati affidati ad un canile della provincia di Ancona. Fermati e denunciati per maltrattamento di animali le due persone a bordo del furgone, un uomo di nazionalità tedesca e una donna greca che "non avevano dichiarato al momento dell'imbarco la presenza di animali" sul mezzo, sottolinea il Corpo Forestale dello Stato. Le indagini, ancora in corso, “dovranno chiarire tra l’altro l’origine e l’organizzazione coinvolta in questi traffici illegali”.
 
pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento