Da "La Stampa"                                   05/01/2002

Vercelli

Calci e pugni al cane Coppia denunciata  

BORGOVERCELLI E´ un cane piccolo, un «tabui» da carezze e tenerezza. Il suo padrone invece lo colpisce a calci e pugni, lo lega e lascia piangere sino allo sfinimento. Finchè il «tabui» da tenerezze non è semi-soffocato dai conati di vomito. L´ha persino abbandonato per due giorni in aperta campagna, vicino al fiume Sesia: un cane abituato alla casa, lasciato senza acqua nè cibo. A vagare. Il padrone è un uomo (uomo?) di 39 anni che in pochi giorni è riuscito ad accumulare due denunce per maltrattamenti agli animali, l´ultima da dividere con la compagna quarantatreenne. La prima volta i carabinieri del paese, grazie alla segnalazione di un passante, hanno scoperto l´abbandono del cane. Poi il borgovercellese è andato a riprendersi l´animale lungo il fiume. Ieri, grazie ad una seconda segnalazione, è scattata la nuova denuncia: per pugni e botte. La sua compagna, in una casa dove nessuno deve aver mai cercato di amare gli animali, è indagata anche per minacce e ingiurie verso chi ha raccontato la storia del «tabui» ai carabinieri. I militari hanno chiesto alla magistratura di poter togliere il cane alla famiglia: speriamo che sia questione di ore.

pagina principale di questa sezione bairos@tin.it segue