Società Protezione Animali di Bellinzona
31/10/2007
 
 
CLARO
Catturava e uccideva uccellini del bosco; la Spa di Bellinzona ha catturato lui
 
 
       
 
“Le  piccole creature alate finivano nelle trappole a trabocchetto abilmente esposte in un podere e per ore cercavano inutilmente la libertà. Poi arrivava lui, moderno Polifemo con due occhi che terrorizzavano gli inermi uccellini. La grande mano li ghermiva e per loro era la fine.”
 
Quattordicimila soci sono ventottomila occhi che osservano e proteggono gli animali.
E` una frase cara al presidente della Spab ma ciò è anche sinonimo di lavoro e di impegno per una causa.
A Claro, non certo per bisogno di sostentamento alla famiglia, una persona da tempo catturava gli uccellini protetti dalla Legge, li spiumava e li riponeva nel congelatore, magari vantandosi di saper farla franca in barba alle disposizioni di protezione della natura.
Parecchi nidi sono rimasti vuoti. Parecchi uccellini attratti dal richiamo di un prigioniero
costretto in gabbia quale esca hanno ceduto al richiamo.
Usare degli animali per attrarre alla morte i loro simili, è un agire vigliacco, indegno dell’essere umano. Per fortuna, questi piccoli prigionieri non erano stati accecati, come sovente avviene in zone non troppo lontane da noi. Lo fosse stato, l’artefice avrebbe dovuto subire la stessa sorte di Polifemo e provare su di se l’orrore di una pratica terribile.
La Spab è stata avvertita ed è scattata la trappola, non più per i fragili uccellini ma per l’uomo che non aveva certo bisogno della loro carne per sopravvivere.
Sul posto il presidente della Spab che ha filmato e fotografato e due guardiacaccia che hanno fatto il loro dovere.
Gli uccellini trovati nel congelatore avevano tutti la testa,  pertanto è lecito chiedersi come siano stati uccisi.
A giorni, la Protezione animali di Bellinzona inoltrerà al Ministero pubblico una denuncia penale per violazione della Legge federale sulla protezione degli animali, della Legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici e per violazione della Legge sulla macellazione
Gli uccellini del bosco sopravvissuti, hanno felicemente ritrovato la libertà del cielo.
nelle foto allegate:
1  le trappole a trabocchetto con gli uccellini.
2. le povere vittime nel congelatore.  
 
************************
 

TICINO ONLINE

31 OTTOBRE 2007

 

Catturava e uccideva uccellini, poi la Spab ha catturato lui
Nel congelatore dell'uomo sono stati trovati gli uccellini catturati, i quali avevano tutti la testa, "pertanto - ha affermato Besomi - è lecito chiedersi come siano stati uccisi".

 

CLARO - Catturava degli uccellini, strappava loro le piume e poi li riponeva nel suo congelatore: è successo a Claro, dove molti nidi sono rimasti ormai vuoti. Ma la Spa di Bellinzona se n'è accorta ed è riuscita a fermare e catturare l'uomo.L'uomo attirava le sue povere vittime in trappole a trabocchetti, abilmente esposte in un podere, con l'ausilio di alcune esche vive. "Usare degli animali per attrarre alla morte i loro simili è un agire vigliacco, indegno dell’essere umano", ha affermato Armando Besomi, presidente della Protezione Animali di Bellinzona.La Spab è stata avvertita di questi fatti ed ha subito escogitato il contrattacco all'uomo, il quale non aveva certo bisogno della carne degli uccellini per sopravvivere. Sul posto il presidente della Spab ha filmato e fotografato quanto succedeva e due guardiacaccia hanno fatto il loro dovere: catturare l'uomo. Nel congelatore dell'uomo sono stati trovati gli uccellini catturati, i quali avevano tutti la testa, "pertanto - ha affermato Besomi - è lecito chiedersi come siano stati uccisi". Gli uccellini del bosco sopravvissuti, hanno felicemente ritrovato la libertà del cielo.A giorni, la Protezione animali di Bellinzona inoltrerà al Ministero pubblico una denuncia penale per violazione della Legge federale sulla protezione degli animali, della Legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici e per violazione della Legge sulla macellazione.

 

pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento