Spagna – Germania: sola andata, senza sosta
settembre 2009

Pieno zeppo, cani al collasso: la polizia ferma il trasporto, sovraccarico di cani, di un’organizzazione di “protezione animali”
 

22.9.2009

Offenburg (Baden-Württemberg) – Da un controllo della polizia di venerdì scorso sulla A5 sono stati scoperti nel cassone del camion - di un’organizzazione di protezione animali - uno stracarico di animali 42 cani stremati, tra i quali dodici cuccioli e alcuni animali in giovane età, fra i cinque mesi e l’anno. Stipati in piccole gabbie, i quattrozampe erano in viaggio già da trenta ore. I 43 cani, provenienti da Spagna e Portogallo, erano destinati a canili sparsi in tutto il territorio federale, come ha comunicato lunedì la polizia. Prima che gli ultimi animali arrivassero a destinazione sarebbero passate altre dieci ore. Uno dei cani avrebbe dovuto essere scaricato ad Amburgo. Alcuni animali erano sprovvisti delle vaccinazioni prescritte. La polizia ha scortato il camion al rifugio di Offenburger, dove gli animali sono stati posti sotto osservazione dall’autorità sanitaria.


“I cani erano debolissimi e allo stremo delle forze. Disidratati hanno bevuto molta acqua.” dice la direttrice del canile nell’Offenburger Tagblatt. Tre animali terribilmente spaventati hanno dovuto essere separati dagli altri. “Un cucciolo era in ipotermia, probabilmente a causa dello stress”, si legge in un'intervista sul giornale. La direttrice era sconvolta: “Alcuni animali avevano le mammelle infiammate, probabilmente perchè avevano partorito da poco e i loro cuccioli sono stati tolti"
"Alcuni cani, soprattutto molti cuccioli, restano da noi ancora per un po’, finché non sarà terminato il periodo necessario per le vaccinazioni e le cure veterinarie", ha detto Uwe Dindas, presidente del rifugio, in un comunicato stampa.


Dato che il camion era sovraccarico all’eccesso, si è dovuto caricare una parte degli animali su un altro mezzo. Solo allora è stato dato l'ok per proseguire il viaggio, hanno riferito i volontari del rifugio. Da quanto presuppone Uwe Dindas, questo camion fa questi viaggi regolarmente. In molti Paesi del Sud non esiste una protezione animale pubblica a certi livelli. Ecco perché ci sono animalisti che vanno lì a prendere cani. Tuttavia il problema spesso viene solo spostato da un Paese all'altro. Il gran numero di cuccioli, come in questo caso, indica chiaramente che si vanno a prendere gli animali su ordinazione. "E da noi una parte dei cani resta per anni nei rifugi, perché la gente preferisce un cucciolo come questi", dice Dindas. Per lui questa è una concezione davvero singolare della protezione animale.

http://www.animal-health-online.de/klein/2009/09/22/vollig-uberladen-hunde-vor-dem-kollaps-polizei-stoppt-uberladenen-hundetransport-aus-sudeuropa/4428/


La notizia, che non è certo la prima del genere, ha avuto una certa eco fra gli animalisti spagnoli: nello schieramento quasi granitico di coloro che si affidano completamente a organizzazioni straniere (la Spagna è un serbatoio senza fondo per le esportazioni) cominciano a levarsi voci di dubbio e sorgono dibattiti.

Nel forum spagnolo ASH, sulla base di informazioni che sarebbero state assunte presso le autorità veterinarie incaricate dei controlli sul carico, si dichiara che:


- il carico è stato organizzato da un’associazione tedesca molto conosciuta (della quale però non è a tutt’oggi uscito il nome, nemmeno nella discussione molto accesa che segue la notizia nella fonte tedesca, N.d.R.)
- molti cuccioli sono rimasti in quarantena presso il rifugio, perché la loro età non corrisponde a quella riportata sui documenti. Alcuni cuccioli viaggiavano con una cagna che però non era la loro madre, espediente frequentemente usato per permettere l’espatrio di cuccioli di età inferiore ai tre mesi e non vaccinati
- il carico proveniva dal Portogallo e aveva a bordo un solo cane spagnolo
- sono stati denunciati sia i conducenti del camion, sia i canili che aspettavano i cani, sia l’associazione organizzatrice del trasporto. Varie le imputazioni a carico dei conducenti: mancata effettuazione delle soste obbligatorie, assenza dello spazio di riposo per gli autisti in cabina, mancato rispetto delle norme di tutela degli animali trasportati e infine… traffico di animali.

http://animalessinhogar.naturalforum.net/foro-general-f4/transporte-de-perros-42-perros-t30314.htm?sid=037045973046b065578bc76f9ea55659

 

pagina iniziale bairos@tin.it pagina principale di questa sezione


p.s. il contenuto di questa sezione è molto importante in quanto la piaga dei traffici di animali verso il nord Europa è molto estesa.
Diffondete più che potete e diffidate di chi si si offre di sistemare animali in Germania, Austria Svizzera o chi mentendovi vi promette facili affidi. Controllate sempre lo stato degli animali nel tempo e non allontanateli dal territorio, perchè ricordatevi che la vostra ignoranza, la vostra indifferenza, la vostra complicità, sarà la loro FINE.
Proseguite nella lettura entrando nella "pagina principale di questa sezione" e contribuite con noi alla diffusione di queste pagine e di questo argomento