CELLULE STAMINALI
Anno 2006 Numero 123 del 29-09-2006
 
 
Usa. Staminali embrionali contro la perdita della vista
 
L'uso di cellule staminali embrionali su ratti colpiti da degenerazione maculare ha aiutato i topi a migliorare le capacita' visive altrimenti fortemente danneggiate dalla malattia.
La degenerazione maculare e' la principale causa di cecita' nelle persone oltre i 55 anni di eta' e nonostante i test sugli animali non provino l'efficacia del trattamento su esseri umani, i dati positivi emersi per la prima volta aprono forti speranze in questo senso.
Nelle sperimentazioni condotte da scienziati dell'universita' dello Utah, dell' Advanced cell technology di Worcester in Massachusetts, e del 'Moran eye center' di Salt Lake, gli studiosi sono riusciti a trasformare cellule staminali embrionali in cellule retinali del pigmento epiteliale: esattamente le cellule che vengono danneggiate dalla patologia in esame.
Circa 20 mila cellule di questo tipo sono state quindi iniettate negli occhi di 14 ratti con una malattia alla vista equivalente alla degenerazione maculare che colpisce gli uomini; un altro gruppo di topi e' stato utilizzato come campione di riferimento.
A tre mesi dall'avvio dei test i ratti trattati con la nuova terapia hanno evidenziato una capacita' visiva doppia rispetto agli animali che non avevano ricevuto il trattamento.